Nove giovani su dieci risparmiano

Buona la propensione al risparmio dei giovani ma latita l’informazione



FTA Online News, Milano, 18 Nov 2016 - 12:50

Le nuove generazioni mostrano una buona propensione a accantonare il denaro ma tra le mura domestiche non si affrontano i temi legati forme di pagamento sostitutive rispetto al denaro contante.

La metà dei giovani si affida al salvadanaio

La propensione al risparmio dei ragazzi italiani, di età compresa tra i 12 e i 18 anni, rimane elevata.
Secondo una ricerca Doxa per Fondazione al risparmio il 48% dei nostri Millenials accantona i risparmi su una carta prepagata o di pagamento mentre che il restante 52% si affida ancora al "salvadanaio".
Il "tesoretto", posseduto dall’87% dei ragazzi intervistati, è frutto di regali (74%), ma c’è chi viene premiato anche se va bene a scuola (51%) o se si comporta bene (33%) e, nel 65% dei casi, la famiglia preferisce mettere in mano ai figli denaro contante rispetto alla moneta elettronica (13%).
Il tema risparmio viene poco affrontato (31%) così come l’educazione agli acquisti online (20%) o la comprensione delle carte di credito (20%).
Manca insomma all’appello l’educazione finanziaria in un mondo che predilige sempre di più l’utilizzo del denaro di plastica e qui anche gli istituti di credito sono chiamati a fare la loro parte.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.