La crisi spinge a mantenere il tenore di vita

Migliora la condizione delle famiglie che tuttavia rimangono prudenti



FTAOnline, Milano, 04 Dic 2015 - 10:06

La percezione degli italiani nei confronti del risparmio migliora ma le strategie di spesa sono conservative ovvero mirano a difendere il tenore di vita acquisito e i desideri si allineano alla necessità di contrastare gli effetti della crisi economica.

Per un italiano su tre è necessario conservare lo status quo

Il risparmio, si sa, è una delle caratteristiche peculiari degli italiani e uno degli elementi sui quali spesso si poggiano eventuali progetti futuri.

Una percezione, quella del futuro, che in questi ultimi anni è stata messa a dura prova dalla crisi che ha inciso pesantemente sulla condizione economica degli italiani.

Sembra tuttavia che la percezione degli italiani proprio nei confronti del risparmio sia migliorata secondo quanto emerge da un’indagine condotta da UnipolSai riguardante il 2015.

Nel dettaglio, nel secondo trimestre del 2015, è migliorata la spesa delle famiglie (+0,4% il dato più alto dal 2010) per effetto dell’aumento del potere d’acquisto (+0,2%) e del ricorso al risparmio la cui propensione e peraltro scesa all’8,7%.

Nonostante le premesse siano positive la parola d’ordine per molti italiani sembra essere cautela: il 34% afferma che il futuro dal punto di vista economico sarà sempre più incerto mentre il 27% si dice convinto dell’impossibilità di tornare ai livelli pre-crisi.

Insomma prudenti o meno gli italiani si allineano alla necessità di tenere botta alla recessione con il desiderio, in primis, di mantenere il tenore di vita attuale (33%) o di un livello anche inferiore all’attuale ma in ogni caso dignitoso (20%).

Quando decidono di risparmiare gli italiani lo fanno utilizzando diversi strumenti come le polizze vita (54%), i fondi pensione (49%) o i fondi d’investimento (44%).

Completano il quadro i piani pensionistici individuali (41%), l’acquisto di immobili (34%) e i conti deposito (36%).


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.