Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Risparmio

Pasqua 2019: cresce il costo dei prodotti

FTA Online News, Milano  16 Apr 2019 - 17:49

La Pasqua 2019 porta con sé più spese, la colomba e le uova saranno più care. Ecco alcuni suggerimenti utili per risparmiare.



Come ogni anno arrivano i festeggiamenti per la Pasqua con il corredo di prodotti legati all’evento che, quest’anno, saranno più cari. Per non riempire lo stomaco e svuotare il portafogli sono sempre utili alcuni consigli da mettere in pratica più facili di quanto si creda.

Pasqua 2019: la colomba e le uova saranno più care

La pasqua 2019 è alle porte e, come da tradizione, gli italiani si apprestano a consumare uova di cioccolata, colombe classiche e farcite e l’agnello.

Mantenere vive le tradizioni ci costerà di più: secondo quanto emerso da un’analisi condotta dall’ Osservatorio nazionale di Federconsumatori per una colomba "classica" si andrà a spendere il 13% in più rispetto allo scorso anno e il 14% in più per una colomba "farcita" a dispetto della colomba senza glutine che costa l’8% in meno.
Per quanto riguarda le uova di cioccolata, uno decorato di dimensioni medie (220 g) subirà un aumento del 7%.

Passando in rassegna i diversi tipi di carni, non fa eccezione la carne con il pollo (+ 7%) e il salame (+6%) sebbene sia l’abbacchio a essere il più costoso in assoluto con un + 12%.  In controtendenza invece, la carne di agnello (- 4%).

In un contesto di rialzo generalizzato dei prezzi cerchiamo allora di individuare alcuni semplici accorgimenti che ci permettano, dove possibile, di risparmiare.

Pasqua 2019: qualche consiglio per risparmiare

La prima cosa da fare per ammortizzare la spesa è definire un budget oltre il quale non avventurarsi, facendo una lista oculata delle cose da acquistare con un occhio di riguardo alla qualità, non badando magari alle decorazioni sulle confezioni che non sempre sono all’altezza del prezzo e del contenuto.

Con il fai da te, invece, il risparmio può crescere sensibilmente. Secondo l’indagine, infatti, si può risparmiare fino al 75% confezionando in casa colomba, pizza pasquale, dolci e biscotti tipici della tradizione. In particolare le uova di Pasqua, se fatte in casa possono consentire un risparmio di circa il 38%.

È buona regola, inoltre, prediligere i prodotti a "Km 0" che oltre a essere più freschi costano il 30% in meno degli altri e approfittare magari delle diverse offerte applicate nei punti vendita (il prezzo può scendere di oltre il 20%) nonché delle promozioni "a soglia" che garantiscono, ogni tot di spesa, una colomba.

Per contrastare il "caro prezzi" della carne ci si può rivolgere a rivenditori di fiducia ordinando esattamente il quantitativo che ci occorre concordando eventualmente il prezzo per evitare brutte sorprese.

Attenzione infine agli sprechi: in rete esistono gustose ricette che consentono di riutilizzare gli avanzi del pranzo pasquale allungando così i tempi per la spesa successiva alle festività.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.