Abc del consumatore: per tutelarsi a costi zero

Lo strumento di Adiconsum informa l’utente su come difendersi da soli da raggiri e truffe.



FTAOnline, Milano, 24 Nov 2009 - 11:38

Una banca dati per informare il consumatore, una sorta di dizionario gratuito costantemente aggiornato che tiene al corrente il cliente sulla normativa a difesa dei diritti del consumatore. E’ il nuovo strumento di tutela realizzato da Adiconsum consultabile on line sul sito www.adiconsum.it.

L’ABC del consumatore

Il dizionario a disposizione del consumatore e realizzato da Adiconsum, con il contributo del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, è composto da centosessanta schede giuridiche corredate da fac-simili da compilare per recedere da un contratto, per chiedere un risarcimento danni, per presentare ricorso in caso di contestazione per violazione del Codice della Strada o per contestare addebiti ingiusti e/o ingiustificati, ecc.. In pratica il consumatore può tutelarsi da truffe o che hanno a che vedere con il commercio, le vacanze, il tempo libero, l’abitazione e il risparmio energetico, l’Rc auto e autoveicoli, il fisco, le nuove tecnologie, l’alimentazione, i servizi creditizi e finanziari, la scuola e i minori, l’accesso alla giustizia, e molto ancora.

Il vantaggio è che la banca dati è gratuita e vi è un risparmio in termini di tempo e costi in quanto si opera via telematica ma soprattutto non si deve ricorrere ad avvocati. 

Paolo Landi, segretario generale di Adiconsum ha sottolineato che l’obiettivo di questo strumento di tutela a favore degli utenti è quello di informarli sulle novità delle leggi e di insegnare loro come autodifendersi, a costo zero, senza, cioè, dover ricorrere al professionista privato. “Nell'ultimo anno - ha ricordato Landi - il sito internet dall'associazione ha segnato quasi 620mila contatti unici, 1.700 ogni giorno, con picchi fino a 6mila visite nei periodi, come quest'estate, dove c'è stato il caos bagagli nello scalo romano di Fiumicino”.

Come si usa

Per i primi tempi il portale sarà accessibile in modalità gratuita, inseguito invece verrà richiesta la  registrazione e una password di modo che sarà più facile in futuro informare ogni utente registrato delle novità legislative e giurisprudenziali.

Inoltre, consigli utili, riferimenti normativi, schede tecniche e altro ancora. Il consumatore sarà quindi in grado di difendersi da solo in quanto interagirà con  una banca dati con istruzioni per l’uso in continuo aggiornamento, gratuita, sempre consultabile.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.