Prestiti per andare in vacanza

Gli italiani non rinunciano alle ferie e sono disposti ad indebitarsi per circa 3 anni.



FTAOnline News, Milano, 23 Giu 2011 - 11:55

Si avvicina il periodo delle ferie e gli italiani non sono disposti a rinunciare alle vacanze, costi quel che costi. Piuttosto chiedono un prestito che poi ripagheranno con gli anni. E’ quanto emerge da un’analisi diffusa da prestiti.it il portale che mette a confronto le offerte di prestiti personali di banche e finanziarie. Nel corso dello scorso anno oltre 35.000 italiani hanno richiesto un finanziamento per andare in vacanza. Questo significa che sempre più italiani stanno scegliendo l’opportunità di sfruttare i prestiti per organizzare al meglio le proprie risorse e non rinunciare ai viaggi vacanze.

Il profilo

L’indagine condotta da prestiti.it traccia anche il profilo del richiedente: ha circa 40 anni e chiede un finanziamento di poco meno di 7.000 euro e pianifica un piano di rimborso di circa 3 anni. Non ci sono grosse differenze tra uomo e donna di fronte ad un prestito viaggi. L’unica differenza è riscontrabile nell’ammontare richiesto, in media gli uomini chiedono poco più di 8.000 euro, contro i quasi 7.000 delle donne.

“Il viaggio rappresenta un bisogno vero e proprio per gli Italiani - dice Marco Giorgi di Prestiti.it - e con l’arrivo dell’estate registriamo un aumento rilevante di richieste di questo tipo: +27% da aprile a oggi. Evidentemente, sono sempre di più i cittadini che preferiscono pianificarne il pagamento attraverso un prestito personale, che rende indolore la spesa diluendola sul lungo periodo”.

Le regioni di Italia

E’ dalle regioni meridionali che provengono le richieste più elevate. Quasi 10.000 euro per i Siciliani, oltre 8.500 per Calabresi e Sardi: sembra paradossale ma proprio le Regioni che godono delle spiagge e del mare più belli, sono quelle che richiedono un finanziamento più cospicuo. La prima Regione del Nord è il Friuli-Venezia Giulia, quarta con i suoi 8.000 euro medi di finanziamento.

Invece le regioni dove si chiedono meno prestiti per i viaggi sono al Centro-Sud: sotto la media nazionale troviamo le Marche (4.500 euro), l’Abruzzo (4.600 euro) e l’Umbria (4.900 euro).

Il consiglio

La voglia di vacanza però non deve indurre a passi falsi. Come consigliano gli addetti ai lavori, è molto pericoloso indebitarsi con uno strozzino solo per una vacanza alle Maldive, perché le conseguenze, in termini di rate sarebbero davvero una sciagura. Non sono rari i casi di famiglie che si sono indebitate fino a rovinarsi proprio per un motivo futile come quello di fare a tutti i costi una vacanza.

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.