Mutui: molte famiglie in difficoltà

Una famiglia su quattro non garantisce il regolare pagamento della rata mensile.



FTAOnline News, Milano, 15 Apr 2011 - 11:14

Le famiglie italiane sono sempre più in difficoltà a pagare le rate del mutuo. Lo rivela l’Osservatorio regionale sul Costo del Credito, composto da Caritas Italiana e Fondazione culturale Responsabilità etica e realizzato in collaborazione con il Centro culturale francesco Luigi Ferrari, secondo cui una famiglia su quattro spende più del 30% del proprio reddito per pagare la rata alla banca.

La situazione attuale

Secondo i dati raccolti, se si considerano le spese per la gestione della casa (tariffe e bollette), quasi il 50% dei nuclei familiari è costretto a versare il 30% del proprio reddito per la casa.

L’Abruzzo e il Molise sono tra le regioni italiane in cui la percentuale delle famiglie che hanno difficoltà a pagare il mutuo è più alta della media: in entrambe è del 29,2%, contro una media del 24,7%. Ad aggravare la situazione sono state  “le conseguenze del terremoto”. “Siamo tornati ai livelli di pre-crisi  - ha commentato il presidente del “Centro Culturale Francesco Luigi Ferrari”, Gianpietro Cavazza  - ma la crisi non è finita, i tassi di interesse stanno aumentando e i redditi no”.

Il profilo

La maggior parte delle famiglie che non riesce a pagare il mutuo sono composte da un adulto  (43,4%) o da un solo genitore con un’età inferiore ai 34 anni con uno o più figli (40,7%). Nel 31% dei casi hanno una bassa licenza di studio (licenza elementare) e nel 48,9% sono in cerca di occupazione.

Guardando alla distribuzione territoriale le famiglie più a rischio abitano in Liguria, Abruzzo, Molise, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna. “Se si escludono l’Abruzzo e il Molise che oltre dalla crisi economica sono stati colpiti dal noto terremoto”, segnala il rapporto, “si comprende che le regioni più esposte sono proprio quelle economicamente più dinamiche ovvero quelle che consentivano di scommettere maggiormente sul futuro”.

Gli affitti

Per quanto riguarda l’affitto, la situazione non è migliore: se nel 2011 le famiglie in affitto decidessero di acquistare una casa e accendere un mutuo, stima l’Osservatorio, il 48,5% si troverebbe in difficoltà a pagare le rate mentre il 68% non potrebbe garantire la copertura totale delle spese per la casa. Sempre per quanto riguarda le famiglie in affitto, l’Osservatorio evidenzia “una maggiore vulnerabilità che si presenta nell’accesso al credito e nella sostenibilità economica dell'indebitamento”. Ad esempio emerge che l’incidenza media sul reddito delle spese di gestione è lievemente superiore nelle famiglie in affitto (8,8% contro 7,9), confermando una situazione maggiormente sfavorevole per chi abita in affitto.

Tra le famiglie maggiormente penalizzate anche in questo caso sarebbero i nuclei unipersonali (68,8%) o formati da un genitore e figli (72,9%); soggetti con scolarità media, ma magari con un’occupazione a salario basso, e famiglie in cerca di occupazione (59,5%).


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.