Gli italiani risparmiamo meno

La propensione al risparmio delle famiglie italiane schiacciata dalla crisi



FTAOnline News, 04 Ott 2011 - 17:36

Il contesto economico mette sottopressione il portafoglio degli italiani. Come sottolineato dal Codacons, i dati diffusi dall’Istat dimostrano che la crisi perdurante non solo sta togliendo tranquillità finanziaria alle famiglie italiane, ma ne sta addirittura riscrivendo le abitudini di consumo e di risparmio. Italiani popolo di risparmiatori per antonomasia? Leggendo le ultime statistiche – che vogliono la propensione al risparmio ai minimi da undici anni a questa parte – sembra qualcosa stia cambiando.

 

Propensione al risparmio ai minimi

 

Secondo la fotografia scattata dall’Istat, le famiglie italiane stanno vivendo un periodo davvero complesso, dal punto di vista dell’equilibrio economico: il potere d’acquisto è calato, portando alla frana anche la propensione al risparmio, giunta all’11,3%, il livello più basso a partire dal 2000.

 

La sofferenza dei nuclei familiari non è che l’effetto di un decennio economicamente difficile. Secondo il Codacons, infatti, la perdita del potere di acquisto delle famiglie italiane è stata pari al 40,5%. Nella ricostruzione dell’associazione dei consumatori, il periodo difficoltoso prende avvio nel 2002, con l’arrivo nei portafogli dell’euro: i mancati controlli sui prezzi, allora, hanno comportato incrementi medi del 53,7% sui 100 beni e servizi di maggior consumo (sempre secondo le stime di Codacons).

 

 

 

 

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.