Finanziamenti: uomini contro donne

Gli uomini chiedono prestiti per beni materiali, le donne per i figli e per la casa.



FTAOnline News, Milano, 19 Mag 2011 - 11:39

Donne e uomini, si sa, non sono uguali, nemmeno in fatto di prestiti: infatti gli uomini quando chiedono un prestito lo fanno per comprare un computer, l’ultimo gadget tecnologico o cambiare l’auto; invece le donne più concretamente lo fanno per pagare le rette scolastiche dei figli. E’ quanto emerge da un’indagine di Prestiti.it, il portale che mette a confronto le offerte di finanziarie e banche per chi ha bisogno di un prestito ed ha analizzato oltre un milione di richieste di prestito personale, completate nell’ultimo semestre.

Gli uomini

Secondo l’indagine, al livello nazionale il 76,5% dei finanziamenti è chiesto dagli uomini che richiedono un prestito di 18.000 euro circa. Le finalità dei prestiti richiesti sono generalmente per beni materiali come ad esempio PC, telefono cellulare o simili o anche per l’acquisto di un’auto o una moto di seconda mano. I prestiti sono richiesti anche per riparare i veicoli o per l’acquisto di impianti di condizionamento.

Le donne

Le donne a livello nazionale rappresentano il 23,5% dei sottoscrittori di un prestito e in media il loro finanziamento è di 16.000 euro circa. A differenza degli uomini, le donne richiedono un prestito per la formazione scolastica dei figli o per se stesse o anche per arredare casa. Non solo doveri però: tra le finalità di un finanziamento rientrano anche il relax ed il divertimento, come ad esempio l’acquisto di viaggi e vacanze e anche le spese per il matrimonio e cerimonie.

Uomini Vs Donne

Per quanto riguarda l’età a cui si decide di chiedere un prestito sia per le donne che per gli uomini è la stessa: appena più di 40 anni. L’unica differenza che si riscontra è nella sottoscrizione da parte delle donne di finanziamenti per la formazione e l’università: in questo caso le donne che richiedono un prestito hanno un’età poco superiore ai 34 anni.

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.