Gli Effetti della Liberalizzazione dei Farmaci

Ad un anno e mezzo dall’inaugurazione del primo pacchetto Bersani le associazioni consumatori fanno il punto della situazione



01 Apr 2008 - 09:41

Ad un anno e mezzo dall’inaugurazione del primo pacchetto Bersani le associazioni consumatori fanno i conti in tasca alle famiglie italiane con un piccolo bilancio sulle oscillazioni dei prezzi dei farmaci e sui benefici effettivi apportati dalle riforme in termini di risparmio per le famiglie.

Secondo una recente indagine commissionata a Ipsos-Explorer dalle associazioni aderenti a “Più concorrenza + Diritti”, prendendo in considerazione un farmaco di uso comune come l’aspirina, nel 34% dei casi si è notato un aumento dei prezzi rispetto all’anno scorso ma è anche aumentata la forbice di prezzo sul prodotto (il prezzo può variare fino al 46%). A dicembre 2007 il prezzo medio di una confezione di aspirina stando ai rilevamenti sul territorio in 122 farmacie di 103 capoluoghi di provincia era pari pari a 4,5 euro, 50 centesimi in più dai 3,95 euro a gennaio 2007.

Nel 16% dei casi la stessa confezione è venduta a meno di 3,50 euro. Le oscillazioni sempre più ampie dei prezzi al dettaglio portano un pacchetto di aspirine ad avere variazioni nell’ordine di 3 euro a seconda del punto vendita in cui lo si acquista.  I prezzi più convenienti si sarebbero rilevati nel centro Italia mentre i più proibitivi al Sud e nelle isole.

I farmaci generici

L’altalena dei prezzi riguarda anche i principi attivi dei farmaci (in questo caso il paracetamolo) che registrano oscillazioni del 34% (70 centesimi in questo caso).

Il 43% del campione interpellato concorda nel ritenere migliorato - rispetto ad un anno fa – il livello dei prezzi dei farmaci, sebbene il 45% afferma invece che tale livello sia rimasto invariato. In particolare, i miglioramenti sono percepiti maggiormente nel Nord-Est e nei capoluoghi non piccoli (cioè superiori a 70mila abitanti). Di contro, specie al Centro la situazione appare invariata.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.