La finta convenienza del risparmio energetico

Il costo degli elettrodomestici A++ annulla i vantaggi in bolletta



FTAOnline Milano, 01 Giu 2010 - 12:16

Fatelo per l'ambiente, se avete a cuore il futuro del pianeta, ma senza pensare che il vostro portafoglio respirerà meglio: a quanto pare, gli elettrodomestici a risparmio energetico non sono vantaggiosi sotto il profilo economico. La scomoda verità risulta da uno studio realizzato dall'associazione di consumatori francese UFC-Que Choisir.

Nessuna illusione

Le speranze dei consumatori si frantumano contro i prezzi degli elettrodomestici di nuovissima generazione. Il confronto tra il costo dei gioiellini eco-sostenibili e il risparmio che questi portano in bolletta è quasi sempre impietoso. Come rende noto l'associazione francese in un comunicato stampa, i frigo-congelatori a maggiore risparmio energetico(classe A++) hanno prezzi in media 282 euro più alti rispetto a quelli meno evoluti (classe A), ma il risparmio di elettricità che questi apparecchi consentono in dieci anni è di soli 160 euro. Numeri simili sono quelli che riguardano gli asciugabiancheria, in questo caso - evidenzia Caroline Keller, responsabile dello studio - "l'investimento non è mai recuperato dai risparmi in bolletta". L'asciugabiancheria dalla più spiccata "coscienza ecologica" (classe A) costa 532 euro più di quello che consuma di più (classe C), a fronte di tale differenza, però, il risparmio in bolletta è di soli 290 euro in 10 anni.

Via tutte le maschere

Il rapporto dell'associazione dei consumatori mira a portare maggiore chiarezza nella complessità del campo degli elettrodomestici a risparmio energetico. A dire dei cugini d'oltralpe, infatti, il sistema di classificazione energetica degli elettrodomestici metterebbe in atto un inganno ai danni dei consumatori: proponendo un'etichettatura che va da A a G a seconda del maggiore o minore risparmio energetico, si lascerebbe supporre il massimo grado di risparmio per gli elettrodomestici classe A. Niente di più falso: i frigoriferi appartenenti alle classi da B a G, per esempio, non sono più in vendita, e un consumatore che acquistando un frigo di classe A pensa di risparmiare si trova a consumare più di quanto farebbe comperandone uno di classe A+ o A++.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.