Detrazioni fino al 55% per il Risparmio Energetico

Sono stati firmati i decreti attuativi della Finanziaria 2008 che prevedono detrazioni fiscali al 55% per gli interventi sugli immobili rivolti al miglioramento dell’efficienza energetica.



13 Mag 2008 - 10:42

In data 10 aprile 2008 sono stati firmati i decreti attuativi della Finanziaria 2008 che rendono pienamente operativi le agevolazioni fiscali per quelle famiglie che migliorano l’efficienza energetica della propria abitazione. Le agevolazioni sono garantite fino al 2010 e prevedono uno sconto del 55%.

Per ottenere gli sconti fiscali è importante effettuare delle ristrutturazioni nelle proprie abitazioni e delle sostituzioni di motori elettrici con altri a più alta efficienza energetica.

I tempi

In sostanza, chi investe per rendere energeticamente più efficiente la propria casa paga meno tasse e riduce la propria bolletta energetica. Praticamente, nella dichiarazione annuale dei redditi si potrà detrarre il 55% delle spese sostenute per gli interventi svolti in casa ai fini di un risparmio energetico e gli sconti sono previsti fino al 2010. La detrazione può essere suddivisa in un minimo di tre quote annuali fino ad un massimo di dieci di pari importo.

Le detrazioni

Gli sconti si ottengono

  • se si interviene sulla propria abitazione istallando del materiale coibentato (isolante) alle pareti e alle strutture dell’edificio
  • per gli interventi che riducono la trasmittanza termica delle finestre, ovvero la sostituzione di  serramenti delle finestre in  modo da ridurre il fabbisogno energetico
  • se si installano pannelli solari per la produzione di acqua calda domestica
  • per gli interventi sugli impianti di riscaldamento. Riguardano la sostituzione completa o parziale di impianti di riscaldamento (ad esempio se si sostituiscono caldaie inefficienti)con impianti dotati di caldaie a condensazione e messa a punto del sistema di distribuzione.

Le novità

Il ministero dello sviluppo economico fa sapere che queste detrazioni sono soprattutto delle agevolazioni a favore delle famiglie con reddito più basso.

Per gli interventi più semplici come la sostituzione di finestre o l’installazione di pannelli solari per l’acqua calda il Ministero ha previsto di ridurre gli oneri burocratici rendendo più semplici i formulari informativi e rendendo non obbligatoria la certificazione energetica, così che il cittadino possa predisporre la documentazione necessaria anche senza la presenza di un tecnico specializzato.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.