Car pooling, un viaggio verso il risparmio

Risparmiare sul viaggio si può dividendo le spese



FTAOnline News, Milano, 26 Ago 2008 - 09:52

Si chiama “car pooling” ed è un modo di risparmiare sul costo del viaggio. Per far fronte al caro carburante, questa estate si può viaggiare insieme ad altre persone e condividere le spese. L’inflazione ha costretto numerosi italiani a rinunciare alle vacanze o a ridurre i tempi di soggiorno proprio per il caro vita. Ancora peggio, se si pensa al costo del carburante che, in conseguenza dell’oscillazione del petrolio, ha toccato prezzi davvero significativi. Per far fronte a questa situazione più persone possono mettersi d’accordo e risparmiare sulle spese di viaggio.

Cos’è il car pooling
Il car pooling è una modalità di trasporto che consiste nella condivisione di automobili private tra un gruppo di persone, con il fine principale di ridurre i costi del trasporto. Questa modalità di viaggio permette di risparmiare il 50% sui costi relativi al trasporto.

Il meccanismo è semplice e consiste nella divisione equa delle spese dei più soggetti coinvolti: uno mette a disposizione la propria vettura e si alterna con gli altri alla guida e tutti contribuiscono con adeguate somme di denaro a coprire una parte delle spese sostenute dagli autisti.

Il servizio offerto dal Codacons
L’iniziativa del car-pooling in Italia è stata introdotta dal Codacons: il sistema è assai semplice – spiega l’associazione – Chi parte da una città e deve raggiungere una determinata destinazione, può inserire tutte le coordinate del viaggio in un software presente sul sito www.codacons.it, specificando il tragitto, giorno di partenza e quello di ritorno, numero bagagli, disponibilità ad utilizzare la propria automobile, ecc. e lasciando i propri recapiti. Così facendo, gli utenti che devono percorrere lo stesso tragitto negli stessi giorni, raggiungendo una località comune, oppure condividere solo parte di un tragitto, possono prendere contatto e unirsi per viaggiare insieme, utilizzando una sola vettura e dividendo le spese per il carburante, per il pedaggio, per l’olio del motore e altro.

Svantaggi
Questa modalità di viaggio comporta comunque alcuni svantaggi: complicazioni legali maggiori nel malaugurato caso di incidenti stradali, costi extra in ogni caso maggiori rispetto ad un ipotetico trasporto pubblico ben organizzato, trasporto soggetto in ogni caso ad orari specifici e non liberamente utilizzabile, possibilità di discussioni con gli altri utilizzatori del servizio.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.