Prestiti per ristrutturazione ancora protagonisti

Per gli italiani è sempre più appetibile il restauro della casa grazie alla conferma delle detrazioni



FTA Online News, Milano, 22 Mar 2018 - 10:12

La casa e l’auto si confermano prioritarie per gli italiani che richiedono prevalentemente prestiti per la ristrutturazione e per l’acquisto di una vettura in prevalenza usata.
Più marginale la richiesta di liquidità mentre rimane pressoché stabile la durata del rimborso.

Le preferenze degli italiani rimangono ben delineate

I primi mesi del 2018 confermano una tendenza che sembra ormai consolidarsi all’interno del mondo del credito al consumo che vede sempre più protagonisti i confidi concessi per la ristrutturazione dell’abitazione.

Stando infatti agli ultimi dati diffusi dall’Osservatorio PrestitiOnline.it i finanziamenti concessi per effettuare interventi sulla propria abitazione rappresentano il 23,8% del totale delle richieste, seguiti dai prestiti per l’acquisto di una automobile usata (20,8%) e da quelli che hanno come finalità la concessione di una maggiore liquidità (9%).

A favorire il comparto immobiliare e la conferma, anche per il 2018, dei bonus ristrutturazione che danno diritto a detrazioni fiscali consistenti.

La fiducia nei confronti del credito al consumo è testimoniata, prosegue l’indagine, dall’aumento dell’importo medio concesso a gennaio: 12.175 euro contro gli 11.495 dello stesso periodo dell’anno precedente. Per quanto riguarda invece la durata dei rimborsi questi rimangono pressoché stabili con un piano di ammortamento compreso tra i 48 e i 60 mesi.

Dal punto di vista geografico, in ultima analisi, sono le regioni del Nord a accedere di più ai prestiti seguiti da Sud e Isole e dal Centro Italia.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.