Carobenzina: l’Italia è al secondo posto in Europa

Solo in Olanda la verde costa di più mentre in Paese più conveniente è la Bulgaria



FTA Online News, Milano, 24 Ott 2016 - 14:56

La componente fiscale sulla benzina pesa in modo decisivo sul prezzo finale.
Gli automobilisti italiani sono i più penalizzati d’Europa anche per l’assenza di politiche di mobilità sostenibile.

Italia più cara del 19% rispetto alla media europea

In Italia fare benzina costa caro, in media il 18,9% in più rispetto agli altri Paesi europei con una componente fiscale che pesa il 68,1% sul prezzo finale.
Solo l’Olanda ha un prezzo finale più alto del 2% rispetto all’Italia.
Del resto, il solo costo del prezzo industriale in Italia è maggiore del 3,1% rispetto alla media europea (4º posto nella scala dei Paesi più cari) mentre la componente fiscale è maggiore del 28,8% rispetto al medesimo parametro.
Gli automobilisti italiani sono i più penalizzati d’Europa anche perché di fatto non è stato implementato un piano efficace di sostegno alla mobilità sostenibile come sostenuto recentemente da Roberto Tascini Presidente dell'Adoc.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.