I fondi pensione doppiano il TFR

Rendimento positivo per i fondi pensione anche se un quarto degli iscritti non versa i contributi



a cura di FTA Online News, Milano, 13 Giu 2016 - 09:45

La Relazione Annuale della Commissione di vigilanza sulla previdenza integrativa indica il moderato rendimento nel 2015 per i fondi pensione.
La crisi tuttavia non permette al 25% degli iscritti di versare i contributi.

Buona la performance dei fondi pensione ma la crisi erode i versamenti

I fondi pensione doppiano il rendimento del Tfr che si è rivalutato mediamente dell’1,2% contro il 2,7% dei fondi negoziali e il 3% dei fondi aperti.
Ancora più positiva la performance dei piani individuali pensionistici (PIP) che hanno reso il 3,2%.
A tirare le somme del comparto della previdenza complementare è la COVIP nel corso della Relazione Annuale della Commissione di vigilanza che indica, tra l’altro, la crescita delle adesioni alla previdenza complementare del 12,1%.
Resta tuttavia diffuso il fenomeno delle interruzioni contributive, soprattutto tra i lavoratori autonomi, con quasi 1,8 milioni di iscritti che non hanno effettuato versamenti contributivi.
Nel complesso il patrimonio accumulato dalle forme pensionistiche complementari ha superato, a fine 2015, i 140 miliardi di euro a fronte di una raccolta di 13,5 miliardi di euro.
Rimangono invece eterogenei i costi: sui 10 anni un fondo pensione negoziale ha un indicatore sintetico di costo pari allo 0,4%, un fondo pensione aperto dell’1,3%, un Pip del 2,2 il che è come dire, guardando al complesso dei dati fin qui analizzati, che le assicurazioni sono i gestori più cari sul mercato ma sono di fatto l’unica alternativa "al fai da te" con tutti i rischi che ne conseguono specie per un investimento considerato di lungo periodo.
La strada da seguire sembrerebbe quindi quella di uno Stato che favorisca il risparmio previdenziale in modo da compensare la minore assistenza e previdenza pubblica con la quale gli italiani dovranno fare i conti nei prossimi decenni.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.