Scontrino elettronico 2020: si comincia il primo luglio

È ormai alle porte una vera e propria rivoluzione per i commercianti al minuto



FTA Online News, Milano, 28 Feb 2020 - 12:35

Il classico scontrino cartaceo verrà presto sostituto dalla trasmissione elettronica dei dati necessari ai fini fiscali introducendo importanti cambiamenti sia per i commercianti che per i clienti.

 

Scontrino elettronico 2020: presto lo scontrino sarà solo un ricordo

Dopo l’introduzione dell’obbligo, a partire dal primo luglio 2019, di non emettere più lo scontrino cartaceo per le attività che hanno un volume d’affari (sul 2018) superiore a 400.000 euro anche le piccole attività con un fatturato inferiore e che svolgono attività di commercio al minuto e simili a partire dal primo luglio dovranno allinearsi come previsto dal "Decreto Crescita".
In definitiva, il cliente non riceverà più uno scontrino ma un documento commerciale via mail che potrà essere utilizzato per resi e garanzie e non verrà quindi più sanzionato se viene trovato sprovvisto della ricevuta.

 

Scontrino elettronico 2020: tutto sul bonus fiscale per i registratori di cassa

Con il nuovo scontrino arrivano anche i nuovi registratori di cassa telematici che possono essere acquistati con un bonus del 50% (credito d’imposta) fino ad un massimo di 250 euro (50 se si decide di aggiornarne uno già esistente). Il bonus è valido per le spese sostenute nel 2019 e nel 2020 ed è fruibile tramite il modello F24 e deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi dell’anno d’imposta in cui è stata sostenuta la spesa e in tutte le dichiarazioni successive fino alla fine dell’utilizzo del dispositivo.
Facendo due esempi pratici: nel caso in cui si sia è proceduto all’acquisto di un registratore di cassa del costo di 300 euro, si avrà diritto ad un bonus pari a 150 euro. Se invece si compra un apparecchio il cui prezzo è di 600 euro, il bonus sarà di 250 euro (dunque non 300).

Scontrino elettronico 2020: al via la lotteria degli scontrini

L’ultima novità in arrivo dal primo giorno del mese di Luglio è la lotteria degli scontrini la quale consente, comunicando all’esercente un apposito codice scaricabile dal portale dell’Agenzia delle Entrate, di partecipare all’estrazione di un premio in denaro compreso tra 50.0000 e 1.000.000 di euro.
Nel dettaglio, per ogni euro speso si avrà diritto a 10 biglietti ma per chi pagherà con carte o bancomat le possibilità di vincita raddoppieranno.
Di fatto il Governo intende, da un lato, incentivare l’uso di carte di credito e di bancomat, e dall’altro favorire la lotta all’evasione fiscale incentivando la tracciabilità dei pagamenti.

 

Articoli correlati:

Detrazioni spese sanitarie 2020: slittano le nuove regole


Evasione fiscale: fenomeno europeo o italiano?

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.