Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Pace fiscale 2019: saldo e stralcio cos’è e come funziona

Ecco alcune indicazioni sulle 3 aliquote diverse applicate a chi è in difficoltà con il fisco e come presentare domanda per le agevolazioni dopo le recenti modifiche introdotte dal decreto fiscale 2019.



FTA Online News, Milano, 23 Apr 2019 - 12:27

Uscire dalle maglie di Equitalia è possibile ma occorre fare attenzione al proprio reddito ISEE e ai paletti inseriti nella legge di Bilancio 2019 attraverso un apposito decreto fiscale ad hoc. Il provvedimento fiscale non comprende le società ma solo le persone fisiche.

Pace fiscale 2019: aliquote e soglie di reddito previste

Mettersi in regola con il fisco in base alla propria capacità contributiva e ottenere così il saldo e stralcio dei debiti? La risposta è affermativa purché si presenti domanda entro il 30 aprile 2019 dimostrando di essere in possesso dei requisiti ISEE.
Entrando nel dettaglio del provvedimento, il "saldo e stralcio" delle cartelle Equitalia prevede 3 aliquote diverse in base a tre scaglioni di reddito Isee fino ad un limite massimo si 20.000 euro.
Le tre aliquote sono: al 16%, al 20%, al 35% e le tre soglie di reddito per aderire alla pace fiscale sono, rispettivamente:

  • Isee inferiore a 8.500 euro:

  • Isee tra 8.500 e 12.500 euro;

  • Isee tra 12.500 e 20.000 euro.

Il pagamento può avvenire in 18 rate in 5 anni applicando un interesse del 2% e interessa le cartelle esattoriali solo se derivano da:

  • Omessi versamenti in base alle dichiarazioni annuali;

  • Contributi previdenziali spettanti alle casse professionali o alle gestioni separate dei lavoratori autonomi.

Ricordiamo che il "condono" riguarda le cartelle affidate dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 fino a 1000 euro e non comprende IMU, TASI, multe e tassa rifiuti.

Pace fiscale 2019: come presentare la domanda

Come accennato in precedenza il termine per presentare la domanda è il 30 aprile 2019 tramite:

  • Invio del Modello SA-ST dal proprio indirizzo PEC alla Direzione si Agenzia di riscossione di riferimento

  • Gli sportelli di agenzia di riscossione, ex Equitalia, presenti sul territorio nazionale.


Pace fiscale 2019: il saldo e stralcio è previsto per le società?

Fin qui abbiamo visto quanto prevede la Legge per le persone fisiche mentre la "pace fiscale" non comprende le società in difficoltà economica in base all’ "indice di liquidità" ovvero il parametro utilizzato da Equitalia per stabilire la maggiore o minore capacità di una impresa di farsi carico, nell’immediato, dei propri impegni finanziari.

Leggi gli articoli correlati

Aumento IVA 2020: possibili effetti su famiglie e imprese

Ogni anno mancano 108 miliardi di tasse

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.