Flat tax 2020: ecco le novità per le partite Iva

I lavoratori autonomi sono oggetto di diversi provvedimenti “ad hoc”



FTA Online News, Milano, 28 Ott 2019 - 12:03

Il popolo delle partite Iva attende da tempo dei provvedimenti in grado di agevolarne la professione in termini anche di riduzione della pressione fiscale. Vediamo quali strumenti il Governo ha introdotto in tal senso.

 

Flat Tax 2020: regime forfettario e limiti anti-evasione alle porte

La Manovra 2020 è in dirittura d’arrivo e per il popolo delle partite Iva ci sono delle novità significative.

La prima è l’introduzione della flat tax circa 2 milioni di lavoratori autonomi che consiste in un prelievo fiscale agevolato al 15% fino un tetto di 65.000 euro con un regime di determinazione del reddito che resterà "forfettario" anziché passare a quello "analitico" come paventato inizialmente dall’UE il che implica un conseguente risparmio in termini di costi amministrativi e la possibilità di usufruire di alcune semplificazioni come l’esonero dall’applicazione dell’Iva e dell’Irap.

Tale regime resta comunque vincolato al tetto di 30 mila euro per chi cumula redditi da lavoro subordinato e pensioni e alle spese per collaboratori e dipendenti con un limite di 20 mila euro.

Sembrerebbe invece saltato il terzo vincolo relativo allo stock di capitale che misura il valore dei beni strumentali al lordo degli ammortamenti con un tetto di 30 mila euro anche se non c’è certezza assoluta che non possa essere reintrodotto in maniera diversa.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.