Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Il limite all’uso del contante non frena l’evasione

FTAOnline, Milano, 20 Apr 2015 - 17:26

Il limite all’utilizzo del contante imposto per legge sembra non aver sortito effetti sulla riduzione dell’evasione fiscale secondo quanto rilevato dalla Cgia di Mestre.

Tra l’uso del contante e evasione sembra non esserci correlazione

Aumenta il numero di banconote in circolazione nonostante l'Italia abbia il limite all’utilizzo del contante più restrittivo d’Europa.

Secondo quanto rilevato dalla Cgia di Mestre, lo scorso anno la massa monetaria complessiva ha sfiorato i 164, 5 miliardi di euro con un incremento percentuale, negli ultimi 7 anni, del 30,4% a fronte di un aumento dell’inflazione che ha sfiorato il 10%.

Dall’analisi elaborata dall’Ufficio studi della Cgia emerge anche che, l’introduzione di una soglia limite all’uso della cartamoneta, non abbia contrastato di fatto l’evasione fiscale.

Nel dettaglio, se tra il 2010 e l’anno successivo si è ulteriormente abbassata l’asticella del limite al contante (passando da 5.000 a 1.000 euro) altrettanto non si può dire per l’evasione che è invece salita fino ad arrivare al 16% in rapporto al Pil per poi ridiscendere, nel 2012, sotto quota 14%.

In sostanza, conclude la Cgia, limitare l’utilizzo del contante può essere utile in un’ottica di diminuzione delle attività di riciclaggio del denaro proveniente da attività illegali ma non come strumento utile a contenere l’elusione del fisco.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.