Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

La burocrazia è una vera e propria tassa mascherata

Ogni azienda impiega 269 ore all’anno per fare fronte alle tasse



FTAOnline, Milano, 13 Mar 2015 - 10:00

Essere in regola con il fisco costa parecchio alle nostre imprese in termini di tempo e ovviamente di denaro. Urge semplificare il sistema fiscale per mettere l’Italia al passo con il resto d’Europa.

In peso della burocrazia schiaccia le imprese italiane

Le imprese italiane devono fare i conti con una burocrazia che non soltanto porta via tempo ma che è anche onerosa dal punto di vista economico.
Secondo i dati elaborati dal Centro Studi impresa Lavoro, un’azienda di medie dimensioni spende, ogni anno, 7.559 euro per essere in regola con il fisco, una cifra senza eguali in Europa.
Un’azienda italiana di medie dimensioni dedica 269 ore all’anno per redigere tutti i documenti necessari alla compilazione e al pagamento delle imposte sul lavoro, sul valore aggiunto e sui redditi d’impresa.
Si tratta di una vera e propria tassa mascherata "scoperta" grazie all’incrocio di due dati: il primo riguarda le ore spese per svolgere adempimenti fiscali (diffuso dalla Banca Mondiale nel rapporto Doing Business) il secondo relativo al costo orario medio del lavoro in Italia dalle aziende (dato rilevato da Eurostat).
Essere competitivi in Europa con questa "palla al piede" non è facile se si pensa che la Germania pur avendo un costo del lavoro più alto, in media di 3 euro, chiede alle sue imprese 218 ore per essere in regola con il Fisco con un esborso inferiore di 736 euro rispetto al nostro.
Stesso discorso anche in Francia che pur avendo un carico fiscale simile a quello italiano chiede alle proprie imprese solo 137 ore all’anno di attenzione al fisco.
Anche nel caso in cui vi siano Paesi con un sistema fiscale più complesso del nostro, come nel caso della Bulgaria e dell’Ungheria, spesso il costo del lavoro più basso rende decisamente meno oneroso impiegare risorse da destinare ad assolvere compiti burocratici.
Occorre dunque agire rapidamente per semplificare il nostro sistema fiscale per mettere l’Italia nelle condizioni migliori per poter competere a livello globale.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.