Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

Tasse: Basiglio in vetta all’Irpef


Milano il capoluogo di provincia che paga più Irpef. Indietro Roma


FTAOnline 20 Giu 2011 - 12:25

Il dibattito politico, negli ultimi tempi, è ravvivato dal tema di un’eventuale riforma fiscale. Ascoltando i resoconti che arrivano dai palazzi della politica, sembra che da un alleggerimento del Fisco passi la strada per la ripresa del Paese e che gli italiani non aspettino altro. Riforma possibile e praticabile o illusione di inizio estate? Mentre saranno i prossimi giorni a districare la matassa riguardo le tasse che pagheremo in futuro, una classifica stilata dall’Ifel (il centro studi dell’Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italiani) consente di svolgere qualche riflessione riguardo l’Irpef che abbiamo versato in passato.

Basiglio è il comune più ricco

È Basiglio, centro della provincia di Milano in cui si trova il complesso residenziale Milano 3, il comune più ricco d’Italia. Secondo i dati raccolti dall’Ifel relativamente al Fisco del 2009, ciascuno degli 8mila residenti del centro abitato ha versato in media 9.774 euro di Irpef.

Il podio dei comuni più ricchi è completato da altre due località lombarde: sul secondo gradino si siede Campione d’Italia – capitale del gioco d’azzardo del Comasco – con 9.686 euro procapite, mentre terzo classificato è il comune di Cusago, con 7.967 euro annui per ittadino.

La coda della speciale classifica è un misto Nord-Sud, con due comuni della provincia di Como Vel Rezzo e Cavargna ) e tre appartenenti meridionali Mazzarrone (Ct), Platì (Rc) e Nardodipace (Vv).

Capoluoghi di provincia: il più ricco è Milano

Considerando i soli comuni capoluogo di provincia, la città con il più elevato versamento di Irpef pro-capite risulta essere Milano (6.357 euro, che valgono alla metropoli lombarda il dodicesimo posto assoluti), seguita da Bergamo, Monza, Pavia e Siena.

 

Roma è più indietro, decima tra i capoluoghi di provincia, con una media di imposizione Irpef procapite pari a 4.350 euro. La prima città del Sud a entrare in graduatoria è Cagliari, con 3.738 euro di Irpef procapite validi per la ventinovesima posizione.

 

Non sorprende, infine, che le ultime posizioni della graduatoria siano tutte occupate da comuni meridionale. La città in cui si paga meno Irpef in assoluto è Andria (1081 euro procapite), preceduta a non troppa distanza da Barletta (1268 euro) e Lamezia Terme.

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.