Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

Le Procedure per il Rimborso ICI


Si potrà chiedere entro i 5 anni dal pagamento il rimborso ICI sulla rata di giugno e la regola vale per quanti abbiano già corrisposto la tassa sulla prima casa di abitazione del 2008.


30 Giu 2008 - 09:58

Si potrà chiedere entro i 5 anni dal pagamento il rimborso ICI sulla rata di giugno e la regola vale per quanti abbiano già corrisposto la tassa sulla prima casa di abitazione del 2008. La norma appena entrata in vigore non ha naturalmente valore retroattivo e si applica, lo ricordiamo, alle case di abitazione così come alle pertinenze (garage, cantine e box).

Per abitazione principale si intende, secondo presunzione legale, la residenza anagrafica, sebbene sia possibile dimostrare il contrario tramite notifica al proprio comune di residenza.

Sono esclusi dal pagamento oltre alle abitazioni principali anche:

  • la ex casa coniugale assegnata al coniuge separato o divorziato. Il coniuge non assegnatario non deve possedere l’abitazione principale nello stesso comune in cui si trova l’ex casa coniugale;
  • i fabbricati appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari;
  • gli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi case popolari (Iacp) e dagli altri enti di edilizia residenziale pubblica.

Il rimborso

I contribuenti che abbiano già corrisposto l’ICI saranno soggetti ad un meccanismo di compensazione: deve, infatti, essere richiesto il rimborso tramite un’apposita istanza all’Ufficio tributi del comune. Non è necessaria alcuna marca da bollo, ma va allegato il bollettino postale o il modello F24 con cui si è provveduto al pagamento.

La domanda va presentata entro cinque anni dalla data di versamento dell’imposta, mentre il Comune entro 180 giorni provvederà alla restituzione della somma comprensiva degli interessi maturati dalla data del pagamento.

Si tratta, ad esempio, dei dipendenti e dei pensionati che hanno già consegnato il modello 730/2008, compilato in modo da consentire al sostituto d’imposta di trattenere parte del rimborso spettante per il mese di luglio e da destinare tale importo al pagamento dell’Ici.

 

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.