Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

Manovra d’estate, novità fiscali all'orizzonte


Parte la crociata contro frodi ed evasione


FTAOnline, Milano 03 Ago 2009 - 13:02

Varata in via definitiva il 1° agosto scorso la manovra d’estate introduce alcune significative novità per i cittadini in ambito fiscale. A collaborare con le Entrate quest’anno anche il Pubblico registro automobilistico (che avrà la funzione di segnalare al Fisco chi possiede più di 10 auto) e lINPS che, tramite una convenzione sarà chiamato in causa per specifici controlli incrociati attraverso uno scambio reciproco di informazioni.

Tra le numerose novità anche la riduzione a 9 mesi del termine per la notifica delle cartelle di pagamento, mentre si fanno più stringenti sia le norme per capitali e attività detenute da italiani in paradisi fiscali sia sul fronte delle invalidità civili.

Giro di vite sulle dichiarazioni

Accertamenti più serrati in dichiarazione. L'Amministrazione finanziaria, in sede di accertamento delle imposte sul reddito e di controlli Iva, potrà infatti richiedere notizie, dati, documenti e informazioni di natura creditizia, finanziaria e assicurativa alle autorità e agli enti che svolgono attività di controllo e vigilanza in relazione a tale attività.

Caccia ai paradisi fiscali

Una lotta alle streghe che renderà illegali investimenti e attività finanziarie di italiani nei paradisi fiscali. Le Entrate si avvarranno a tal proposito del prezioso aiuto delle Fiamme Gialle. Le disposizioni danno attuazione alle intese che sono state raggiunte fra Stati aderenti all'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico in materia di emersione di attività economiche e finanziarie detenute da Paese con regimi fiscali privilegiati.

Invalidità sotto la lente

Tolleranza zero anche verso le frodi in materia di invalidità civile. Dal 1° gennaio 2010 per gli accertamenti sanitari di invalidità civile, cecità, sordità civile, handicap e disabilità le commissioni mediche delle Asl saranno integrate da un medico Inps come componente effettivo. L'accertamento definitivo sarà effettuato dall'Inps, che ha anche il compito di accertare la permanenza dei requisiti sanitari nei confronti dei titolari di invalidità. Sempre dal 1° gennaio 2010 le domande per ottenere benefici in tema di invalidità si presentano all'Inps, complete della certificazione sanitaria attestante la natura delle infermità invalidanti. Sarà compito dell'Inps trasmettere alle Asl in tempo reale, in via telematica, le domande. Entro 30 giorni dall'entrata in vigore della manovra sarà nominata dal ministro del Lavoro, di concerto con l'Economia, una commissione per aggiornare le tabelle che indicano le percentuali di invalidità civile.

Cartelle di pagamento

Dulcis in fundo verrà ridotto da undici a nove mesi il periodo massimo di notifica per le cartelle di pagamento. Le norme si applicano ai ruoli consegnati agli agenti della riscossione a decorrere dal 31 ottobre 2009.

 

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.