Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

Solare: un po’ di luce sugli incentivi


Pubblicate le nuove regole per il solare termodinamico


FTAOnline News, Milano 19 Set 2008 - 10:18

E’ stata inaugurata durante il periodo estivo la tariffa costante per l’incentivazione della produzione elettrica da fonte solare mediante cicli termodinamici. A stabilirlo la delibera 95/08 dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, che ha reso pubbliche le istruzioni per accedere agli incentivi. Il solare termodinamico o solare a concentrazione è una tecnologia per lo sfruttamento dell'energia solare in grado di generare energia elettrica dal calore del Sole per applicazioni pratiche, a differenza del solare termico, anche su vasta scala.

Obiettivi e novità

Le procedure replicano le modalità del conto energia adottate con successo per la valorizzazione e la diffusione del solare-fotovoltaico dall’inizio del 2005. L’obiettivo fissato dal Decreto ministeriale dell’11 aprile 2008 e’ quello di conseguire i 2 milioni di mq di superficie captante cumulativa entro il 2016. La Delibera fissa dunque le condizioni per l’ammissibilità agli incentivi e le relative modalità e condizioni di erogazione, stabilendo che l’incentivo venga corrisposto con frequenza mensile, per una durata di 25 anni a partire dalla data di entrata in esercizio dell’impianto.

Domanda

La procedura per accedere alle Tariffe Incentivanti prevede che il soggetto responsabile inoltri al gestore di rete:

  • la domanda di accesso alle Tariffe Incentivanti
  • la domanda di connessione alla rete,

allegando:

  • il progetto preliminare dell'impianto
  • una scheda tecnica con l'indicazione delle caratteristiche dell'impianto e delle tecnologie utilizzate
  • l'indicazione della superficie captante
  • la stima del rendimento globale del ciclo termodinamico, del sistema di concentrazione e del sistema di produzione di energia elettrica ed ogni elemento utile alla determinazione della produzione netta e della produzione netta attribuibile alla fonte non solare (negli impianti ibridi)
  • indicazione della tipologia di fonti non solari (negli impianti ibridi).

Erogazione incentivi

L’incentivo viene riconosciuto, per gli impianti solari termodinamici entrati in esercizio successivamente alla data di entrata in vigore del provvedimento, ai soggetti responsabili per venticinque anni a partire dalla data di entrata in esercizio dell’impianto.

L’energia elettrica prodotta e immessa nella rete in alternativa alla cessione sul mercato, può essere ceduta al GSE nel caso di:

  • impianti solari termodinamici non ibridi di qualunque potenza;
  • impianti solari termodinamici ibridi aventi potenza apparente nominale inferiore a 10 MVA.

Le Tariffe sono erogate per 25 anni e dipendono dalla frazione di integrazione, cioè la quota di produzione netta non attribuibile alla fonte solare, secondo il seguente schema:

  • 0,28 €/ kWh prodotto quando la frazione di integrazione è fino a 0,15
  • 0,25 €/ kWh prodotto quando la frazione di integrazione è tra 0,15 e 0,50
  • 0,22 €/ kWh prodotto quando la frazione di integrazione è oltre 0,50.

L'obiettivo di potenza nominale cumulata da installare, entro il 2016, è fissato in 2.000.000 m2 di superficie captante cumulativa.

Impianti ibridi

Nel caso di impianti ibridi, l’incentivo viene erogato a titolo di acconto, salvo conguaglio da effettuarsi al termine dell’anno solare, in conseguenza della frazione di integrazione, della quota di produzione netta cioe’ non attribuibile alla fonte solare. La Delibera definisce anche gli obblighi da rispettare a cura del soggetto responsabile e stabilisce la gestione delle verifiche sugli impianti ammessi all’incentivo da parte del Gestore servizio elettrico (Gse).

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.