Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

Fisco, entrate in aumento


Incasso da record per l’Erario


FTAOnline News, Milano 05 Set 2008 - 11:10

Un aumento del 2,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. I dati della raccolta dei tributi erariali supera di circa 4 miliardi di euro le entrate del 2007 al netto delle entrate cosiddette «una tantum», cioè derivanti da prelievi straordinari.

Lo afferma il Dipartimento delle Finanze nel Bollettino delle entrate tributarie diffuso il 12 agosto scorso, secondo cui la vecchia Irpef terrebbe in piedi le entrate tributarie nel primo semestre 2008, mentre Ires e Irap arrancherebbero sotto il peso della negativa congiuntura economica.

Classifica delle tasse

A generare la maggior parte del gettito statale sono indubbiamente le imposte dirette che hanno portato all’erario 105.085 milioni di euro (un extragettito del 4,1%, pari a 4.093 milioni, rispetto all’anno scorso), mentre quelle indirette hanno prodotto incassi da 88.643 milioni (+50 milioni, pari ad un aumento dello 0,1%).

Tra le imposte dirette più consistenti troviamo l’Irpef con 78.608 milioni (+6.566 milioni, pari a +9,1%) e l'Ires (imposta sul reddito delle società) che ha invece generato gettito per 14.646 milioni (che registra un calo del 15% rispetto all’anno scorso).

Sul versante delle imposte indirette invece occupano i vertici della classifica le entrate dell'Iva che ammontano a 52.818 milioni (in aumento rispetto all’anno scorso di 1.327 milioni), il gettito dell'imposta di fabbricazione sugli oli minerali è stato di 9.582 mln (-89 mln, pari a -0,9%) e quello dell'imposta di consumo sul gas metano di 953 mln (-1.017 mln, pari a -51,6%). Segue l'Imposta di registro che avrebbe generato entrate per 2.770 mln (-185 mln, pari a -6,3%) e l'Imposta di bollo per 1.747 mln (-69 mln, pari a -3,8%). L'Imposta sul consumo dei tabacchi ha prodotto gettito per 5.021 milioni (+123 mln, pari a +2,5%).

Pressione fiscale in aumento

A testimonianza della maggiore pressione fiscale anche i "progressi" delle entrate locali. Dall'addizionale regionale all'Ire, per esempio, sono arrivati nella prima metà del 2008 quasi 3,5 miliardi di euro (+11,6% rispetto al 2007). Il gettito dell'addizionale comunale è andato poco oltre il miliardo, con un salto del 18% rispetto alla prima metà del 2007. Percentuali che derivano dai ritocchi all'insù apportati alle aliquote territoriali.

In ascesa è anche l'imposta sostitutiva (al 12,5 o al 27% per i conti correnti) su interessi e redditi da capitale che ha generato entrate pari a 7.423 milioni di euro (+11,9% rispetto al 2007). Il buon andamento di questa imposta è coerente con gli aumenti dei tassi d'interesse e dei rendimenti finanziari maturati dall'inizio del 2008.

 

 

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.