Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

Finanziaria 2008: I Nuovi Incentivi alla Rottamazione


L'importo del bonus diminuisce, aumenta però il suo raggio d'azione che si allarga alle vetture Euro 2


11 Feb 2008 - 10:54

L’importo del bonus diminuisce, aumenta però il suo raggio d'azione che si allarga alle vetture Euro 2, immatricolate prima del 1997 per la rottamazione con riacquisto e prima del 1999 nella demolizione senza riacquisto e in caso di sostituzione di vecchi autocarri e autocaravan.

Il decreto “milleproroghe” approvato alle Camere predispone un piano rottamazione in cinque punti:

Rottamazione senza riacquisto

Il contributo per quanti consegnino il proprio veicolo Euro 0, Euro 1 o Euro 2 (immatricolati prima del 1° gennaio 1999) a un demolitore sarà di 150 euro, secondo modalità che saranno stabilite da un decreto Ambiente, di concerto con il ministero dell'Economia. Aumentato di 70 euro rispetto all’anno scorso il bonus prevede anche il rimborso dell'abbonamento al trasporto pubblico locale per 3 anni. Non sarà corrisposto se viene acquistato un veicolo nuovo o usato nei tre anni successivi.

Novità in vista sul car sharing: chi rottama senza sostituzione, se non intestatario di veicoli già registrati, può chiedere in alternativa un contributo di 800 euro, nei limiti di un budget di 2 milioni di euro, per aderire al car sharing, il servizio di condivisione degli autoveicoli. Anche qui le modalità saranno stabilite da un decreto Ambiente, di concerto con l'Economia.

Rottamazione con riacquisto

A chi rottama autoveicoli Euro 0, Euro 1 o Euro 2, immatricolati prima del 1° gennaio 1997, a fronte dell’acquisto di autovetture nuove Euro 4 o Euro 5 che emettono non oltre 140 grammi di Co2 per chilometro oppure non oltre 130 grammi se con alimentazione diesel, sarà attribuito un bonus di 700 euro ed esenzione dal pagamento del bollo per una annualità (due se il veicolo demolito è Euro 0).

Il contributo è aumentato di 100 euro in caso di acquisto di autovetture nuove Euro 4 o Euro 5 che emettono non oltre 120 grammi di Co2 per chilometro. Il contributo è aumentato di ulteriori 500 euro (1.200 in totale)  in caso di demolizione di due autoveicoli di proprietà di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare, in base a quanto attestato dallo stato di famiglia, purché conviventi. Le disposizioni si applicano per i veicoli nuovi acquistati con contratto stipulato tra venditore e acquirente dal 1° gennaio al 31 dicembre 2008 e immatricolati non oltre il 31 marzo 2009.

Rottamazione autocarri e autocaravan

1.500 euro spettano invece alla rottamazione con sostituzione di autoveicoli per il trasporto promiscuo, autocarri, autoveicoli per trasporti specifici e autocaravan di massa massima di 3.500 chilogrammi Euro 0, Euro 1 o Euro 2, immatricolati prima del 1° gennaio 1999 con veicoli nuovi Euro 4 della medesima tipologia ed entro lo stesso limite di massa. Il veicolo acquistato dovrà, per ottenere l’incentivo di 3.000, avere massa inferiore a 3.000 chilogrammi mentre non potrà superare i 3.500 per il bonus di 2.500 euro. Le disposizioni si applicano per i veicoli nuovi acquistati con contratto stipulato tra venditore e acquirente dal 1° gennaio al 31 dicembre 2008 e immatricolati non oltre il 31 marzo 2009.

Alimentazione metano, Gpl, elettrica o a idrogeno

Sarà valido dal 3 ottobre 2006 fino al 31 marzo 2010 il contributo di 1.500 euro, incrementato di 500 euro se il veicolo acquistato abbia emissioni di CO2 inferiori a 120 grammi per chilometro, per chi acquista autovetture e veicoli nuovi e omologati dal costruttore per la circolazione con alimentazione doppia o esclusiva a gas metano, Gpl, elettrica o a idrogeno. Le disposizioni possono essere fruite nel limite della regola degli aiuti de minimis (200.000 euro in tre anni). Gli incentivi di 350 euro e 500 euro spetteranno rispettivamente all'installazione di impianti a Gpl e a metano.

Incentivi prorogati anche per i motorini

In caso di acquisto di un motociclo nuovo Euro 3, con contestuale demolizione di un motociclo Euro 0, entro il 31 dicembre 2008 è concessa l'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per 5 anni. I costi della rottamazione saranno a carico dello Stato nei limiti di 80 euro (il venditore potrà recuperare l’anticipo al cliente tramite credito d'imposta da utilizzare in compensazione). Le disposizioni si applicano per i veicoli nuovi acquistati con contratto stipulato tra venditore e acquirente dal 1° gennaio al 31 dicembre 2008 e immatricolati non oltre il 31 marzo 2009.

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.