Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

CUD: le detrazioni del 2009


E’ stato approvato anche quest’anno il modello di certificazione unica.


FTAOnline News, Milano 20 Nov 2008 - 08:52

Le istruzioni per la compilazione del Cud 2009 sono state fornite con un provvedimento dal direttore dell'agenzia delle Entrate, che ne dettaglia le detrazioni varate in Finanziaria.

Novità 2009

Rispetto a quello dello scorso anno, il Cud 2009 tiene conto di alcune novità di natura fiscale e alcune semplificazioni di certificazione.

Le principali novità riguardano le:

  • detrazioni per famiglie numerose (punti 31, 32 e 33)
  • detrazioni per canoni di locazione (punti 36, 37 e 38)
  • somme erogate per prestazioni di lavoro straordinario e per premi di produttività (punti da 77 a 81)
  • detrazioni sulle indennità di fine rapporto e della ritenuta effettivamente operata (punto 109).

Detrazioni per famiglie numerose

Inserita con la Finanziaria 2008 questa novità tributaria stabilisce che "In presenza di almeno quattro figli a carico, ai genitori è riconosciuta un'ulteriore detrazione di importo pari a 1.200,00 euro".

Peculiare caratteristica della detrazione è che il bonus spetta anche in caso di incapienza dell'imposta dovuta dal contribuente. In sostanza, l'ulteriore detrazione diminuisce l'imposta dovuta quando c'è capienza, mentre per la parte incapiente diventa un vero e proprio credito che viene riattribuito direttamente dal sostituto di imposta sempreché ci sia capienza nel monte ritenute complessivo.

Qualora il monte ritenute risulti incapiente, il sostituto si limita a indicare (punto 33) qual è l'importo che non ha potuto riconoscere. In questo caso, nel Cud 2009 viene precisato che, in assenza di altri redditi oltre quelli certificati, il contribuente, per fruire del credito non riconosciuto, deve necessariamente presentare la dichiarazione dei redditi.

Detrazioni per canoni di locazione

In dichiarazione c’è anche spazio per le detrazioni sui canoni di locazione istituti sempre dalla Finanziaria 2008. I soggetti che percepiscono redditi di lavoro dipendente e assimilati possono richiedere al proprio datore di lavoro di conteggiare la detrazione direttamente nelle operazioni di conguaglio di fine anno. A tale scopo, è sufficiente presentare al proprio datore di lavoro una dichiarazione su carta libera in cui si attestano il canone di locazione pagato, gli estremi di registrazione del contratto e la data dalla quale l'immobile locato è stato adibito ad abitazione principale del contribuente o dei suoi familiari.

Straordinari agevolati

Le somme agevolate erogate a livello aziendale nel periodo che va dal 1° luglio al 31 dicembre 2008 sono soggette ad un'imposta sostitutiva del 10% entro il limite complessivo di 3mila euro.

L'imposta sostitutiva è applicata dal sostituto d'imposta "salva espressa rinuncia scritta del lavoratore". I soggetti interessati alla disposizione agevolativa sono tutti i lavoratori dipendenti del settore privato che nel 2007 hanno prodotto redditi da lavoro dipendente (comprese le pensioni e gli assegni a queste equiparati) non superiori complessivamente a 30mila euro lordi.

Altre novità

Nella sezione relativa al Tfr, indennità equipollenti, altre indennità e prestazioni in forma di capitale, è stato introdotto il nuovo punto 109 "detrazione", per indicare la detrazione spettante ai fini della riduzione del prelievo fiscale sulle indennità di fine rapporto (decreto ministeriale 20 marzo 2008).

Nella scheda per la scelta della destinazione del cinque per mille dell'Irpef, ricompare tra le possibili opzioni il "sostegno delle attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente", finalità reintrodotta dall'articolo 63-bis del decreto legge 112/2008.

Destinatari

Lo schema deve essere utilizzato per attestare i dati relativi ai redditi di lavoro dipendente e a quelli a essi equiparati (redditi derivanti da trattamenti pensionistici), nonché ai redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente erogati nel periodo d'imposta 2008.

Il termine previsto per la consegna della certificazione è fissato al 28 febbraio 2009.

 

 

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.