Bonus affitto 2020: arriva la proroga

Il decreto Ristori prevede la proroga di tre mesi per il credito di imposta per le locazioni commerciali



FTA Online News, Milano, 02 Nov 2020 - 16:27

Il credito di imposta per imprese e commercianti che devono sostenere l’affitto viene garantito anche per i mesi di ottobre, novembre e dicembre. Vediamo insieme chi ne ha diritto, come fare domanda, e quali sono i fondi stanziati dal Governo.


Bonus affitto 2020: rinnovato il credito di imposta del 60%

Con l’approvazione del decreto ristori sono stati prorogati numerosi bonus a favore delle attività commerciali. Uno di questi è il cosiddetto "Bonus affitti" che prevede un credito di imposta pari al 60% per chi deve sostenere le spese per il canone di locazione della propria attività.

Il bonus spetta agli esercenti che hanno degli immobili destinati a svolgere:

  • Attività industriale;

  • Attività commerciale;

  • Attività agricola;

  • Attività di interesse turistico;

  • Attività di lavoro autonomo.

Per poter accedere al credito è necessario dimostrare che i ricavi della propria attività siano diminuiti di almeno il 50% successivamente al protrarsi dell’emergenza sanitaria a fronte però di un limite, sempre per quanto riguarda i ricavi, pari a 5 milioni di euro.

Per ricavi superiori l’agevolazione scende dal 60% al 20% nelle ipotesi di locazione, leasing o di concessione e dal 30% al 10% per i contratti di servizi a prestazioni complesse o di affitto di azienda che abbiano ad oggetto almeno un immobile.

Il limite dei 5 milioni è invece stato eliminato per le agenzie di viaggio e i tour operator mentre i fondi stanziati dal Governo si aggirano intorno ai 220 milioni di euro.


Bonus affitto 2020: come si ottiene e come si utilizza?

La forma di erogazione del bonus è, come accennato in precedenza, il credito di imposta.

Per utilizzarlo esistono due modi: o in compensazione o inserendolo nella dichiarazione dei redditi pertanto non è necessario inoltrare una domanda specifica agli enti preposti.

Nel dettaglio, per il credito in compensazione, potrà essere utilizzato indicando il codice "6920" nel modello F24 per poi presentarlo all’Agenzia delle Entrate.

Per l’inserimento nella dichiarazione dei redditi occorrerà indicare il periodo di imposta nel quale la spesa è stata sostenuta (quindi il 2020) con la risultanza dell’avvenuto pagamento dell’affitto: il credito di imposta andrà a ridurre il totale delle imposte sui redditi da corrispondere.


Articoli correlati

Bonus sanificazione: ora è fino a 60.000 euro
Bonus pos 2020: arriva un nuovo piano "cashless"
Fondo perduto Covid: come funziona e come richiederlo

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.