Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Aumento IVA 2020: possibili effetti su famiglie e imprese

A gennaio 2020 potrebbe scattare l’aumento delle aliquote per effetto delle clausole di salvaguardia



FTA Online News, Milano, 26 Mar 2019 - 09:27

Per effetto delle "clausole di salvaguardia" a partire dal prossimo anno l’aumento IVA potrebbe costare caro a famiglie e imprese se non si troveranno le coperture per scongiurare l’innalzamento automatico dell’aliquota.

Aumento IVA 2020: incombe la clausola di salvaguardia

Le cosiddette "clausole di salvaguardia" rischiano di avere degli effetti dirompenti su famiglie e imprese.
I conti andranno fatti già ad aprile con il prossimo DEF che impone di trovare 23 miliardi per l’esercizio 2020 più altri 28,7 per il 2021.
Cifre tutt’altro che risibili che, se non trovano una copertura alternativa, dovranno essere finanziate tramite l’aumento dell’aliquota IVA al 25,2% dal 2020 e poi al 26,5% dal 2021.
A calcolare l’impatto del possibile aumento delle aliquote ci hanno pensato l’Istat e una indagine del Sole 24 ore individuando un aggravio fiscale di 538 euro annui medi a famiglia e di 857 euro per i liberi professionisti e gli imprenditori.

Aumento IVA 2020: single e famiglie numerose i più colpiti

A essere più colpiti, secondo l’analisi del Sole 24 ore, saranno coloro i quali acquisteranno più prodotti con una aliquota del 22% mentre rimarrà più protetto chi spenderà molto per beni tassati al 4%.
Tirando le somme, sempre secondo le stime del Sole, saranno i single tra i 18 e i 34 anni (+2,37%) assieme alle famiglie numerose (743 euro all’anno).
L’augurio è, come nei precedenti "storici", che gli aumenti IVA siano scongiurati al fotofinish e che possano riguardare, nella peggiore delle ipotesi, solo le aliquote ordinarie tenendo presente tuttavia che anche un ritocco all’insù dell’1% per le aliquote al 10% e al 22% costerebbe alla famiglia tipo 173 euro all’anno.


Articoli correlati

Ogni anno mancano 108 miliardi di tasse

Irpef e Iva sono le tasse che pesano di più

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.