730 2021: novità, scadenze e paletti

La dichiarazione dei redditi è ricca di novità per effetto dei diversi bonus approvati nel 2020



FTA Online News, Milano, 07 Mag 2021 - 10:30

La dichiarazione dei redditi quest’anno è particolarmente ricca di novità per effetto di quanto avvenuto lo scorso anno rispetto alla moltitudine di provvedimenti approvati per far fronte all’emergenza pandemica. Vediamo insieme di fare un po’ di chiarezza per evitare facili fraintendimenti.

 


730 2021: oltre alla scadenza lunga ci sono altre importanti novità

Come ogni anno è arrivato il momento di presentare, per milioni di italiani, la dichiarazione dei redditi e da quest’anno è possibile usufruire di diversi bonus e detrazioni grazie a quanto è stato approvato nel 2020 per far fronte all’emergenza pandemica tutt’ora in corso.

Quindi non solo di potrà presentare la dichiarazione avendo a disposizione un margine temporale maggiore (entro il 10 maggio per la dichiarazione precompilata e il 31 marzo per la certificazione unica) ma il contribuente potrà usufruire, in aggiunta a quanto già previsto, le seguenti detrazioni:

  • Bonus vacanze: se è stato utilizzato entro il 31/12/2020 è possibile detrarre il 20% delle spese sostenute;
  • Superbonus: dal 1º luglio 2020 per tutte le spese finalizzate a interventi per migliorare l’efficienza energetica e alla riduzione del rischio sismico degli immobili residenziali spetta una detrazione del 110% dell’importo speso;
  • Bonus facciate: per il restauro della facciata esterna degli edifici a partire dal 1º gennaio 2020 è prevista una detrazione del 90% delle spese sostenute;
  • Bonus bici e monopattini: per chi ha rottamato almeno due vetture per acquistare monopattini elettrici, bici elettriche e non e servizi di mobilità elettrica in condivisione e sostenibile è riconosciuto un credito d’imposta pari a 750 euro.

Oltre alle detrazioni e a i bonus con la presentazione della dichiarazione dei redditi di quest’anno è possibile destinare il due per mille alle associazioni culturali oltre ai partiti politici.

Spetta infine una detrazione del 30% per le erogazioni liberali effettuate per finanziare gli interventi necessari a contenere e a gestire l’epidemia Covid-19.

 

 

730 2021: le detrazioni a chi spettano? È previsto l’obbligo di tracciamento delle spese?

Abbiamo visto come in tema di detrazioni le novità siano veramente tante ma le detrazioni non sono di per sé l’unica novità.

La Legge di Bilancio 2020 ha infatti stabilito come queste debbano spettare a chi abbia un reddito complessivo fino a 120.000 euro e, in caso di superamento di questa soglia, il credito riconosciuto si riduca progressivamente fino ad azzerarsi al raggiungimento di una soglia reddituale pari a 240.000 euro.

Esiste di fatto un obbligo relativo al tracciamento delle spese da portare in detrazione? La risposta è si.
La Legge infatti introduce tracciabilità come condizione per usufruire della detrazione del 19% ma prevede un’eccezione: si possono pagare in contanti medicinali e dispositivi medici presso strutture pubbliche accreditate al Servizio Sanitario Nazionale.

Anche le spese veterinarie possono essere detratte per una soglia pari a 550 euro.

Per dimostrare di aver utilizzato il mezzo di pagamento “tracciabile” basta esibire la ricevuta bancomat, estratto conto, copia del bollettino postale del mav e dei pagamenti con PagoPA.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.