A Napoli il punto sulla logistica sostenibile

Grimaldi porta l’intermodale al Tavolo dell'autotrasporto



FTA Online News, Milano, 18 Lug 2017 - 17:57

Il convegno Il rilancio del Mezzogiorno attraverso la logistica intermodale sostenibile di Napoli del 17 luglio ha avviato un discorso a 360 gradi sul trasporto intermodale sostenibile in Italia. L’organizzazione dell’evento si deve ad Alis, l’associazione promossa dal gruppo Grimaldi che vuole stravolgere gli equilibri della logistica e dei trasporti del Bel Paese puntando sulla intermodalità e la sostenibilità. 

"Alis esce dagli schemi dell'associazionismo tradizionale e oggi vanta circa 1200 aziende associate, rappresenta oltre 125 mila dipendenti, oltre 80 mila camion e 120 linee di autostrade del mare", ha precisato Guido Grimaldi, presidente dell'associazione. L’obiettivo è quello di approdare al Tavolo dell'autotrasporto che si confronta direttamente con la politica per disegnare il futuro di questo settore vitale dell’economia italiana.

All’incontro moderato da Bruno Vespa, Guido Grimaldi ha specificato che per accedere a Tavolo dell’autotrasporto era necessaria la costituzione sotto forma di confederazione: “Lo abbiamo appena fatto - ha precisato - è nata ConfAlis e fra pochi giorni chiederemo di essere convocati al tavolo per portare le nostra istanze", con l’obiettivo di incoraggiare le aziende italiane e “permettere alla popolazione di acquistare merci a prezzi migliori".

Sono stati presentati diversi progetti ed esperienze, dai mezzi di Iveco a gas naturale liquefatto, all’interesse del Porto di Napoli per un deposito di GNL (Assoporti era tra i partner istituzionali dell’evento).

All’evento per la Banca europea per gli investimenti ha partecipato Jacopo Lensi che ha ricordato che ogni anno la Bei finanzia per circa 2,5 miliardi di euro progetti nei porti italiani (su un totale di 5,5 miliardi erogati all’Italia). “Alla Bei i progetti che hanno l'obiettivo di ridurre le emissioni piacciono moltissimo - ha precisato Lensi- finanziamo fino al 50% dell'investimento, su orizzonti temporali lunghi (20-30 anni) e con un pricing competitivo (Euribor più 70 punti base) nel caso ad esempio di una compagnia di navigazione che opera navi in giro per il mondo".

Sono emerse al convegno anche critiche e riflessioni sulla lentezza della burocrazia e sui ricorsi negli appalti dei lavori pubblici. Non sono mancate le presenze istituzionali, come il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio e il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, o top manager di grandi gruppi come l’ad di DHL Express Italia Alberto Nobis o il presidente di Acqua Sant’Anna Alberto Bertone.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.