Cina, India e Stati Uniti mercati chiave per le energie rinnovabili

Starace: importante progresso per il gruppo



FTA Online News, Milano, 19 Apr 2017 - 18:19

Secondo quanto stabilito dagli accordi di Parigi sul clima (riscaldamento globale sotto ai 2 gradi centigradi), le emissioni di CO2 dovranno essere azzerate entro il 2050. Cina, India e Stati Uniti sono responsabili per il 50% di queste emissioni ed è per questo che giocano un ruolo chiave in tale ambito, rappresentando i mercati più grandi per le energie rinnovabili.

Il bollettino "Allianz Climate & Energy Monitor Deep Dive", il cui obiettivo è quello di dare informazioni su quali siano gli investimenti necessari per raggiungere il target da parte dei citati paesi, evidenzia come Cina e Stati Uniti debbano almeno raddoppiare i propri investimenti nel campo delle energie rinnovabili, mentre l'India li debba addirittura triplicare.

La strada intrapresa è comunque quella giusta tanto che Cina e India sono in linea con questi target, avendo già avviato la dismissione del carbone. La Cina punta ad un incremento del 38% entro il 2020 delle energie rinnovabili, pari a 680 Gigawatt di capacità mentre l'India per il 2022 dovrebbe raggiungere i 175 Gigawatt.

Negli Stati Uniti nel 2016 sono state installate più di 16 Gigawatt tra energia eolica e fotovoltaica che rappresentano oltre il 60% del totale ad oggi installato.

 

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.