L’IEA alza le stime sul futuro delle rinnovabili

Il sostegno politico e il calo dei costi incoraggeranno il settore



FTA Online News, Milano, 25 Ott 2016 - 18:06

L’Agenzia internazionale dell’energia (IEA) ha annunciato una significativa revisione al rialzo delle stime sulla crescita della produzione energetica da fonti rinnovabili. L’ultima edizione del Rapporto di medio termine sul settore prevede infatti che la capacità globale di generazione elettrica da fonti rinnovabili cresca del 42% (825 GW) entro il 2021. Si tratta di una stima molto più ottimistica di quanto non fosse quella del rapporto del 2015.

Alla base delle nuove previsioni si pongono da un lato il maggior supporto politico allo sviluppo dell’energia pulita in paesi come Stati Uniti, Cina, India e Messico, dall’altro lato la rapida contrazione dei costi. Entro il 2021 l’IEA prevede un taglio di un quarto al costo del fotovoltaico e una riduzione del 15% per l’energia eolica onshore.

Proprio il 2015 è stato un anno di svolta in quanto, per la prima volta, più della metà della nuova capacità di generazione installata nel mondo è stata costituita da energia da fonti rinnovabili, con solare ed eolico in testa. Secondo le previsioni dell’Agenzia internazionale, il peso della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili sul totale passerà dal 23% circa del 2015 a quasi il 28% nel 2021.

L’IEA è composta da 29 membri tra i quali Stati Uniti, Giappone e gran parte dei Paesi Europei.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.