Ford punta sulla “smart mobility”

Nel futuro della casa non solo auto elettriche



FTA Online News, Milano, 14 Set 2016 - 17:20

In un contesto globale in rapida evoluzione la casa automobilistica statunitense Ford sta ripensando non solo le proprie auto, ma l’intero sistema di mobilità in cui inserirle. Nell’ultimo incontro con gli investitori del 14 settembre 2016, Mark Fields, presidente e amministratore delegato del gruppo, ha sottolineato l’intenzione di Ford di raggiungere una leadership anche nel campo del trasporto elettrico.

Fields ha affermato che oggi in America Ford è il primo venditore di auto ibride e il secondo di auto elettriche. In questo settore la casa di Dearborn sta investendo 4,5 miliardi di dollari e intende introdurre 13 nuovi modelli elettrici entro il 2020.

Dal singolo veicolo Ford ha però deciso di allargare lo sguardo all’intero sistema di mobilità, muovendo i primi passi nel settore della mobilità condivisa. In questa direzione va interpretato l’annuncio dell’acquisizione a San Francisco di Chariot, che si occupa di servizi navetta su base collettiva. La smart mobility di Ford passerà anche per il colosso del bike sharing Motivate, con il quale è stata avviata una collaborazione. Ford cercherà insomma non solo di modernizzare le sue quattro ruote, ma anche di trovare nuove soluzioni per decongestionare le città e per guadagnarsi un posto nei sistemi di mobilità del prossimo futuro.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.