Nordea mette in quarantena Facebook

La banca valuta i rischi del dossier



FTA Online News, Milano, 21 Mar 2018 - 17:36

Il colosso scandinavo del credito Nordea ha deciso di mettere in “quarantena” Facebook e altre azioni del settore dei social network dopo l’ultimo scandalo sul caso di Cambridge Analytica.

I titoli del colosso di Mark Zuckerberg coprono solo l’1,8% degli investimenti del fondo Nordea Global Stars, ma il problema è soprattutto di compatibilità con i criteri di sostenibilità che guidano le scelte di investimento che caratterizzano questa famiglia di fondi. La famiglia Stars di Nordea comprende infatti sei fondi che investono in società ritenute ai vertici sotto il profilo della sostenibilità ambientale, della responsabilità sociale e della governance (ESG).

Katarina Hammar, a capo della unit di investimento responsabile di Nordea, ha spiegato che la banca da tempo era al corrente dei rischi collegati alle istanze ESG di Facebook e dei suoi competitor e che report tematici erano stati avviati già a fine 2017 con riferimenti specifici ai rischi sulla privacy.  “Adesso stiamo tirando il freno - ha precisato la Hammar - perché i rischi collegati alla gestione della protezione dei dati potrebbero essersi gravemente deteriorati. L’aumento del rischio regolatorio, inoltre, rivela che esso è incompatibile con il livello di trasparenza che noi pretendiamo dai nostri fondi STAR”.

In pratica i manager dei fondi per un periodo di tre mesi, durante il quale saranno svolte le valutazioni del caso, non avranno il permesso di acquistare azioni di Facebook, ma potranno vendere quelle già possedute.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.