EF Solare Italia primo operatore nazionale del fotovoltaico

La jv di F2i ed EGP rileva impianti da 60 MW da Etrion



FTA Online News, Milano, 14 Nov 2016 - 17:26

EF Solare Italia, la joint venture paritetica tra il fondo infrastrutturale F2i ed Enel Green Power (EGP), ha siglato un accordo per acquistare da Etrion 17 impianti fotovoltaici in Italia per una capacità complessiva installata di 60 MW.

Etrion è una società del fotovoltaico di stanza a Ginevra, ma quotata a Toronto e Stoccolma: le sue attività principali sono, oltreché in Italia, in Giappone e Cile. La cessione degli asset italiani dovrebbe essere completata entro poche settimane e prevede un versamento iniziale di 78 milioni di euro e dunque l’assunzione del debito dei progetti che passano di mano pari a 221 milioni di euro. A queste cifre si potrebbe aggiungere un potenziale earn-out di 24 milioni di euro in base all’esito di determinate procedure legali e regolatorie. Le centrali solari che passano di mano sono suddivise tra i 53,4 MW di Etrion SpA e i 6,7 MW di Helios Ita. Complessivamente Etrion, che fa riferimento alla famiglia svizzera dei Lundin, che ne controllano il 24,3%, e a manager del gruppo (6,7% del capitale), aveva in bilancio questi asset per 17,5 milioni di euro a fine settembre e quindi dovrebbe registrare una plusvalenza di 53 milioni di euro al netto di eventuali earn-out.

Per EF Solare Italia si tratta di un balzo dimensionale importante: il suo portafoglio si porta così a 92 impianti per una capacità installata di circa 341 MW. Il nucleo originale del primo operatore italiano era costituito dai 102 MW apportati da EGP e dai 163 MW apportati da F2i. Nel 2015 EF Solare Italia ha registrato ricavi da 89 milioni di euro e un ebitda da 69 milioni.

L’obiettivo è quello di raggiungere  1.000 MW di capacità installata. “Secondo i nostri piani – ha sottolineato l’amministratore delegato Diego Percopo – il raggiungimento di tale obiettivo, anche in ragione dell’approccio “industriale” di EF al settore (e non di passivo “proprietario di asset”), porterà a un importante miglioramento della redditività, con ricavi che arriveranno a circa 370 milioni di euro e un Ebitda di circa 300 milioni di euro”.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.