Calamità naturali: nel 2017 perdite globali per $ 330 mld

La stima in un report della compagnia di riassicurazione Munich Re



FTA Online News, Milano, 08 Gen 2018 - 18:22

Il colosso tedesco della riassicurazione Munich Re ha calcolato che gli uragani statunitensi dello scorso anno hanno fatto lievitare le perdite dovute a disastri naturali. Secondo le stime della compagnia, le perdite accumulate da tutti i tipi di catastrofi naturali del 2017 hanno raggiunto i 330 miliardi di dollari, quasi il doppio della media degli ultimi dieci anni che, corretta per l’inflazione, si attesta a 170 miliardi di dollari.
Si tratta di perdite seconde soltanto a quelle del 2011, che registrò il terremoto di Tohoku in Giappone.

Nel 2017 le maggiori catastrofi sono derivate dagli uragani Harvey, Irma e Maria e dal duro terremoto del Messico, mentre nell'Asia Meridionale disastri umanitari sono stati generati dalle inondazioni seguite a una stagione dei monsoni di intensità anomala. Solo il 41% di queste perdite complessive sarebbe stato assicurato, ma si raggiungerebbe comunque, su questo fronte, il record di 135 miliardi di dollari.

Torsten Jeworrek, membro del board di Munich Re responsabile per il settore riassicurativo, ha sottolineato l’importanza delle assicurazioni per l’assorbimento delle perdite finanziarie collegate a questo genere di disastri. “Sebbene i singoli eventi non possano essere direttamente collegati al cambiamento climatico - ha aggiunto il manager - i nostri esperti stimano che simili condizioni climatiche estreme saranno più frequenti in futuro”.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.