Obiettivi Raggiunti

Eni nel percorso verso una just transition vuol essere protagonista con una strategia per diventare una società energetica integrata che fornisce al mercato una vasta gamma di prodotti decarbonizzati. A partire dal 2016, tra i primi del settore, Eni si è impegnata a migliorare le performance relative alle emissioni GHG degli asset operati, con indicatori specifici. Ulteriori obiettivi di medio e lungo termine, contabilizzati su base equity, sono stati rilanciati in occasione della Strategia nel 2021, in cui Eni ha annunciato il target di azzeramento netto delle proprie emissioni Scope 1, 2 e 3 nel 2050. Di seguito i principali obiettivi e l’andamento dei relativi KPI: • - oltre 25% vs 2014 dell’intensità emissiva Upstream Scope, in linea con il raggiungimento del target di -43% al 2025 • -90% emissioni fuggitive di metano Upstream vs. 2014, anticipando l’obiettivo di riduzione dell’80% al 2025 • -40% volumi di idrocarburi inviati a flaring di routine nel 2020 vs 2014 (-14% vs. 2019) in linea con l’obiettivo di zero flaring di routine al 2025 • -23% Net Carbon Footprint Upstream • -13% vs.2019 Net GHG Lifecycle Emissions al 2050 • Net zero Carbon Intensity sostanzialmente stabile per il calo delle emissioni in tutti i settori, con una diminuzione proporzionale delle produzioni per il calo delle attività a causa dell’emergenza sanitaria. Nell’ambito dei business low carbon, nel 2020 la capacità installata da fonti rinnovabili è cresciuta del 76% vs. 2019 (307 MWp nel 2020 vs. 174 nel 2019), portando la produzione a 340 GWh. Le quantità prodotte di biocarburanti nel 2020 si attestano su un valore di 622 mila tonnellate, in aumento del 143% rispetto all’anno precedente. Un altro aspetto rilevante connesso alla promozione del gas nella strategia di Eni è legato allo sviluppo di progetti in Paesi emergenti e con crescente fabbisogno di energia, in particolare in Africa Sub-Sahariana dove più di mezzo miliardo di persone non ha accesso all’elettricità.

Target

Eni nel 2021 ha avviato una nuova fase di evoluzione del proprio modello di business definendo una nuova strategia per rilanciare gli obiettivi operativi nel breve, medio e lungo termine, per la neutralità carbonica nel 2050. Eni perseguirà una strategia che punta a raggiungere al 2050 il target net zero sulle emissioni GHG Scope 1, 2 e 3 (Net GHG lifecycle emissions), e l’annullamento della relativa intensità emissiva (Net Carbon Intensity), riferita all’intero ciclo di vita dei prodotti energetici venduti. La nuova strategia ha confermato e ulteriormente rafforzato gli obiettivi intermedi di decarbonizzazione: •-25% Net GHG Lifecycle Emissions @2030 e -65% @2040 vs 2018 •-15% Net Carbon Intensity @2030 e -40% @2040 vs 2018 •Net zero Carbon Footprint (Scope 1 e 2) delle attività upstream al 2030 (e -50% @2024 vs 2018) •Net zero Carbon Footprint (Scope 1 e 2) Eni @2040 Il piano strategico di Eni fa leva su tecnologie proprietarie, integrazione, diversificazione, sull’espansione dei business retail Gas & Power e rinnovabili, dei prodotti bio, dell'economia circolare e su una crescente quota di gas nel portafoglio upstream. Tra le azioni in gran parte già avviate che contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione: •riduzione della produzione di idrocarburi, e crescita della componente gas >90% @2050 •incremento della capacità di raffinazione “bio” a 5-6 milioni di tonnellate @2050, palm oil free dal 2023 •crescita nella capacità installata da fonti rinnovabili, per arrivare a 60 GW @2050 •progressivo aumento della produzione di vettori energetici blu (energia elettrica e idrogeno) da gas, associati a progetti di cattura e stoccaggio della CO2 •idrogeno blu e verde per alimentare le bioraffinerie Eni e le attività industriali altamente energivore •aumento dei clienti retail Eni gas e luce, con oltre 20 milioni @2050 •progetti di conservazione delle foreste per un offset totale di CO2 di circa 40 milioni di tonnellate/anno @2050

Approccio

Per Eni sostenibilità vuol dire favorire una just transition, ovvero una transizione energetica equa che consenta di dare accesso all’energia a tutti, proteggendo l’ambiente e promuovendo lo sviluppo integrale dell’uomo. Per questo, negli ultimi anni Eni ha cambiato il proprio modello di business, la propria mission, ispirata ai 17 Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite, e ha adottato una strategia di lungo termine che coniuga sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Indice 1

MSCI ESG,Sustainalytics ESG Risk Rating,Bloomberg ES,V.E.,CDP Climate Change,CDP Water,Transition Pathway Initiative,FTSE4Good Developed Index,ESG iTraxx Index,Carbon Tracker,Corporate Human Rights Benchmark,Workforce Disclosure Initiative,CA100+

Indice 2

MSCI ESG,Sustainalytics ESG Risk Rating,Bloomberg ES,V.E.,CDP Climate Change,CDP Water,Transition Pathway Initiative,FTSE4Good Developed Index,ESG iTraxx Index,Carbon Tracker,Corporate Human Rights Benchmark,Workforce Disclosure Initiative,CA100+