Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

FINANCE FOR FINE ARTS

Borsa Italiana, da sempre attenta a promuovere le eccellenze imprenditoriali del Paese, ha avviato nel 2014 il progetto Finance for Fine Arts, volto alla creazione di un modello efficiente di collaborazione tra privati e istituzioni a sostegno del patrimonio artistico italiano, strumento essenziale allo sviluppo economico e culturale del paese.

L’intero progetto si basa sulla convinzione che il restauro e la valorizzazione delle opere d’arte siano un modo per sostenere il patrimonio di creatività e competenza alla base del successo del Made in Italy nel mondo.

Successo fatto di storie di imprenditorialità, creatività e intuito unici al mondo. Persone e imprese capaci di creare prodotti diversificati e di altissima qualità che sono il risultato di importanti investimenti in ricerca e sviluppo, nuovi materiali e tecnologie di produzione.  Storie che Borsa vuole valorizzare anche attraverso il proprio impegno per il patrimonio artistico del nostro Paese, insieme frutto e fonte di ispirazione per la creatività italiana. Un impegno  che sentiamo molto affine a quello per sostenere lo sviluppo delle nostre imprese.

Nella prima fase del progetto, nel 2014, la Fondazione del London Stock Exchange Group, di cui Borsa Italiana fa parte, ha finanziato il restauro e la digitalizzazione in altissima definizione del “Conte Antonio di Porcìa e Brugnera” di Tiziano, di proprietà della Pinacoteca di Brera. In seguito, altre 100 opere della collezione di Brera sono state digitalizzate e rese disponibili online.

Nella seconda fase del progetto, nel 2015, Borsa Italiana si è fatta portavoce dei benefici dell’Art Bonus e ha lanciato, alla presenza del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo  Dario Franceschini, l’iniziativa Rivelazioni”, volta a stimolare il mecenatismo culturale tra le imprese.

Coerentemente con le finalità del progetto, Borsa Italiana si fa carico di valorizzare tale patrimonio artistico restaurato attraverso la propria BIG la propria Art Gallery situata a Palazzo Mezzanotte, sede storica di Borsa Italiana nella città di Milano.

BIG - inaugurata il 10 gennaio 2017 - ospita una programmazione di mostre volta a valorizzare i restauri finanziati nell’ambito di Rivelazioni e alcune mostre dedicate all’arte e alla creatività italiane.

Borsa Italiana per l'Arte.

 

Campagna di digitalizzazione

Collezione della Pinacoteca di Brera in altissima definizione

Gallery generale


Mostra virtuale: L'Arte incontra la Moda

Gallery Moda


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.