Due anni di BIG Borsa Italiana Gallery

Jerusalmi: Il patrimonio artistico e culturale al centro delle relazioni con i nostri stakeholder



Nel 2017 venne inaugurata BIG in Borsa Italiana, l’unica Borsa al mondo a contenere un “pop up museum” – come lo ha definito il Direttore di Brera, James Bradburne, - e nello stesso anno Borsa Italiana incontrò per la prima volta Lucio Fontana nell’ambito delle sue  attività di valorizzazione del patrimonio artistico italiano.

Fu esposto  “Le Jour – Concetto spaziale”, un’opera  mai vista prima in Italia, una rarissima tela a quattro mani frutto della collaborazione tra Fontana e il pittore belga Jef Verheyen e l’anno scorso, in occasione del Salone del Design, alcuni tessuti d’arredamento da lui disegnati e provenienti dal museo del Tessuto di Prato e da collezione privata.

“La nostra attrazione per questo grande artista non è casuale e ci ha portato  a questa felice collaborazione con la Veneranda Fabbrica del Duomo” ha dichiarato Raffaele Jerusalmi, CEO di Borsa Italiana. “Borsa Italiana ha deciso di porre l’arte al centro delle relazioni con i propri stakeholder. Tra le nostre finalità vi è quella di promuovere le eccellenze italiane nel mondo.  Un impegno che ci vede a fianco delle imprese per aiutarle a crescere e a far  conoscere e apprezzare  agli investitori di tutto il mondo creatività, eccellenza, intuito e innovazione del Made in Italy. Gli investitori da parte loro apprezzano e valorizzano queste qualità che ci differenziano nel mondo e che, oggi come nel futuro, consentono alle imprese italiane di beneficiare di un ottimo posizionamento competitivo. Eccellenza, creatività e unicità che appartengono anche al nostro patrimonio artistico e culturale. E’ una storia e una  miscela unica di pensiero, di  ispirazione di capacità artistiche, artigianali, manifatturiere che traducono questo pensiero in opere d’arte, ma anche in prodotti unici e originali delle nostre aziende”.

Per Valentina Sidoti, Head of Global Buyside & Market Analysis and Italy Regulation e Responsabile del Progetto Arte di Borsa Italiana “Lucio Fontana ha dedicato la propria opera all’esplorazione di nuove dimensioni, a trasformare il pensiero in materia: che fosse una tela, un tessuto, una scultura. Questi bozzetti ne sono un bellissimo esempio: Fontana ha lavorato e ripensato la sua idea molte volte e questi gessi rappresentano uno stadio intermedio, prove di un’”arte novissima”, rappresentazione concreta, fatta di materia, del suo pensiero e delle sue intenzioni creative. E’ un lavoro commissionato dalla Veneranda Fabbrica per la Cattedrale di Milano, il Duomo, un luogo di valore religioso, ma anche e civile e sociale non solo per la città di Milano. Un simbolo universale di ciò che una comunità può esprimere nei secoli  attraverso la fede, il lavoro e l’arte”.

“Proprio l’arte” Aggiunge Sidoti  “oltre al nostro lavoro, ha creato moltissime occasioni di dialogo con la città, attraverso la partecipazione a eventi, l’apertura di Palazzo Mezzanotte al pubblico per visite, concerti o per BookCity, come accadrà anche il prossimo novembre”.

E non solo con Milano. Rivelazioni, il progetto di raccolta fondi per il restauro di capolavori dei musei italiani è partito da Milano, da Brera, ma ha già toccato Venezia – Gallerie dell’Accademia – Napoli, Museo e Real Bosco di Capodimonte e Genova, Palazzo Reale e Galleria Nazionale di Palazzo Spinola. Una trentina di opere sono state restaurate e restituite alla piena fruibilità da parte dei visitatori, diffondendo la cultura del mecenatismo e creando un legame tra le imprese e i musei destinato a durare anche oltre il progetto con benefici per tutta la comunità.

“Per noi di Borsa Italiana che ci sentiamo parte di questa comunità con il nostro ruolo di sostegno alle sua economia,”  conclude Jerusalmi,  “è un grande piacere poter festeggiare due anni di BIG che continuerà ad essere un luogo fondamentale per noi e er la città, in cui portare nuovo pubblico ad apprezzare i capolavori dei nostri musei e diffondere la cultura del mecenatismo come risorsa per la nostra economia”.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.