Notizie Teleborsa

Wall Street torna a scommettere sull'AI: Nvidia vola al Nasdaq

News Image (Teleborsa) - Il settore tecnoloigico USA continua a correre grazie all'intelligenza artificiale. Un'azienda come Nvidia, fino a qualche anno fa sconosciuta ai più, salvo gli addetti ai lavori, ha fatto molto parlare di sé, superando in valore le stelle della tecnologia come Microsoft e Apple. L'ultima conquista la soglia dei 3mila dollari di capitalizzazione.

Il futuro si gioca sull'AI

Il mercato dell'intelligenza artificiale, secondo Statista, è cresciuto oltre 184 miliardi di dollari nel 2024, un balzo di quasi 50 miliardi rispetto al 2023, e si prevede che questa crescita sbalorditiva continuerà anche nei prossimi anni, raggiungendo un valore di 826 miliardi di dollari nel 2030.

Lo sviluppo dell'Intelligenza artificiale e della sua applicazione di frontiera, l'AI generativa, cambierà radicalmente il modo di vivere e lavorare, generando opportunità, soprattutto in termini di aumento della produttività, e rischi, legati all'etica ed alla privacy.

Nvidia brilla incontrastata al Nasdaq

Il titolo che più si è messo in luce in questi ultimi tempi è il produttore di chip Nvidia, specializzata appunto in semiconduttori impiegati per l'intelligenza artificiale. Le sue azioni sono letteralmente volate sul mercato del Nasdaq, arrivando a sfondare il tetto dei 3 trilioni di dollari. Un piccolo e temporaneo ritracciamento non ha rovinato la performance stellare del titolo che guadagna da inizio anno il 138%.

La big statunitense ha annunciato a marzo il lancio di Blackwell, una piattaforma di nuova generazione che fornisce chip da sette a 30 volte più veloci della generazione precedente e che consumano 25 volte meno energia. La sua performance quindi è destinata a proseguire parallelamente alla forte crescita del fatturato e degli utili.

Chi sono gli altri big dell'AI

Anche Microsoft e Google si sono gettati ad esplorare la nuova Eldorado, una vera miniera d'oro, e vantano rispettivamente performance positive del 19% e del 28% da inizio anno.

Altre società sono forse meno note, ma le loro performance non sono di poco rilievo: AeroVironment, che sviluppa la guida autonoma nel settore aerospaziale, ha fatto registrare un progresso del 133%, Procept BioRobotics, attiva nel settore della robotica ha guadagnato il 79%. La lista dei rider dell'AI è sempre più lunga.

Il club dei 3000 miliardi è destinato a popolarsi

Ma queste performance appaiono giustificate o si sente odore di bolla? In realtà diversi analisti ritengono che la crescita degli utili, non meno imponente delle quotazioni di Borsa, possa giustificare la crescita di valore di queste società, in particolare il "club dei 3000 miliardi" formato da Microsoft, Apple e Nvidia.

Secondo Roberto Rossignoli, Head of Research e Senior Portfolio Manager di Moneyfarm, "crescita di fatturato e marginalità giustificano, almeno in parte, le valutazioni che questi titoli raggiungono, stellari se confrontate con quelle di qualsiasi altra large cap a livello mondiale, anche se più contenute rispetto ai record del passato".

"Ad oggi i tre colossi valgono, da soli, quasi un terzo del Pil Usa e il 20% dell'S&P 500, una concentrazione che generalmente è destinata a risolversi o con un crollo dei nomi più rilevanti del listino o con un miglioramento delle performance del resto dei titoli", spiega l'analista, ritenendo che "questa seconda sia l'ipotesi più probabile e che quindi, al di là del rischio di investire quando le valutazioni non sono molto convenienti, non sussistano pericoli aggiuntivi derivanti dall'iper-concentrazione dell'indice".

Guardando in prospettiva, nei prossimi dodici mesi, per i Magnifici 7 - tra cui figurano, oltre a Microsoft, Apple e Nvidia, anche Alphabet, Amazon, Meta e Tesla - è attesa una crescita degli utili di poco inferiore al 30% e quondi sia Amazon che Meta siano potenziali candidate a superare la quota dei 3000 miliardi di capitalizzazione, potendo entrambe contare su modelli di business resilienti e importanti investimenti nel mondo dell'AI.

(Teleborsa) 25-06-2024 19:59

Titoli citati nella notizia
Nome Prezzo Ultimo Contratto Var % Ora Min oggi Max oggi Apertura
Meta Platforms 463,45 -2,32 17.27.06 455,50 475,80 475,80


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.