Notizie Teleborsa

USA, rapporto mercato del lavoro conferma orientamento FED

News Image (Teleborsa) - I dati sul mercato del lavoro statunitense, che sono risultati oggi più forti del previsto, hanno aumentato i timori degli investitori per maggiori aumenti dei tassi di interesse da parte della FED. La banca centrale statunitense ha aumentato questa settimana i tassi di interesse di 50 punti base, il rialzo maggiore dal 2000 e il presidente Powell ha affermato che aumenti di tali dimensioni sono in programma anche per i prossimi incontri. Nella conferenza stampa post-meeting, Powell ha anche dichiarato che la banca centrale spera di moderare la domanda di lavoratori, con l'obiettivo di rallentare la crescita salariale e l'inflazione "senza dover rallentare l'economia, avere una recessione e far aumentare materialmente la disoccupazione". Un mercato del lavoro forte potrebbe quindi spingere la FED ad agire senza eccessivi timori di una recessione.

I dati diffusi oggi

Nel mese di aprile sono stati aggiunti 428 mila posti di lavoro nei settori non agricoli (non-farm payrolls), dopo che a marzo erano state create 424 mila buste paga, secondo quanto comunicato dal Bureau of Labour Statistics. Il dato sugli occupati, più osservato del tasso di disoccupazione, è stato migliore delle attese del mercato, che indicava un aumento di 391 mila di posti di lavoro.

Un dato interessante è però che il tasso di partecipazione alla forza lavoro - la quota della popolazione che lavora o cerca lavoro - è sceso al 62,2%, il più basso in tre mesi, e il tasso per i lavoratori di età compresa tra 25 e 54 anni è sceso. Il numero, volatile su base mensile, potrebbe suggerire pensionamenti o persone che lasciano senza fare un altro lavoro o cercare lavoro.

Il commento di Biden

"Quando sono entrato in carica, c'erano circa 20 milioni di persone che facevano affidamento sui sussidi di disoccupazione per sfamare le proprie famiglie; oggi, quel numero è di circa 1 milione, il più basso dal 1970", ha affamato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, commentando i dati usciti oggi.

"Non c'è dubbio che l'inflazione e i prezzi elevati siano una sfida per le famiglie in tutto il paese e combattere l'inflazione è una priorità assoluta per me - ha aggiunto - La continua forza del nostro mercato del lavoro e i risparmi che le famiglie hanno accumulato nell'ultimo anno significano che la nostra economia deve affrontare le sfide del Covid-19, dell'invasione non provocata di Putin in Ucraina e dell'inflazione globale da una posizione di forza".

I commenti degli analisti

improbabile che questo rapporto cambi qualcosa per i funzionari della FED, nessuna ulteriore accelerazione nella crescita dei salari sarà accolta con favore, mentre saranno un po' delusi per l'assenza di ulteriori incrementi di partecipazione questo mese - ha commentato Allison Boxer, US Economist di PIMCO - Con poche sorprese degne di nota nel rapporto sull'occupazione, i funzionari rivolgeranno ora la loro attenzione ai dati sull'inflazione della prossima settimana".

"I dati confermano l'opinione della FED secondo cui il mercato del lavoro rimane resiliente e ha un forte slancio positivo - ha affermato Rubeela Farooqi, capo economista statunitense di High Frequency Economics - Tuttavia, le pressioni salariali sono al centro dell'attenzione e gli elevati guadagni indicano una concorrenza in corso per la manodopera ancora scarsa, che sta aumentando i costi del lavoro".

"Nessuna grande sorpresa dal rapporto sull'occupazione di oggi: conferma ampiamente che il mercato del lavoro rimane rigido, offrendo alla FED la flessibilità per affrontare frontalmente il suo mandato di stabilità dei prezzi", ha detto Jason Pride, Chief Investment Officer del Private Wealth presso Glenmede - La crescita dei salari è stata più lenta e al di sotto delle aspettative, ma un mese non stabilisce una tendenza abbastanza coerente da consentire alla FED di rallentare le sue intenzioni di restrizione monetaria".

(Teleborsa) 06-05-2022 19:12


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.