Notizie Teleborsa

Banche europee, Fitch Ratings: più fusioni e acquisizioni nel 2021

News Image (Teleborsa) - Il 91% degli investitori internazionali si aspetta più fusioni e acquisizioni nel settore bancario europeo quest'anno, con il 52% che cita le fusioni nazionali per rafforzare le posizioni di mercato delle banche come motore principale. La previsione arriva da un sondaggio del pubblico (per lo più investitori) alla conferenza annuale Credit Outlook organizzata da Fitch Ratings.

Quasi il 70% degli investitori si aspetta una ripresa delle vendite di NPL, con la gestione del capitale delle banche come motore principale. Viene però indicata come motivazione di questa accelerazione anche la maggiore esperienza nella gestione degli NPL da parte delle istituzioni finanziarie non bancarie. Fitch Ratings si aspetta però che le vendite di NPL rimangano contenute almeno nel primo semestre dell'anno, sia perchè gli effetti della pandemia sono ancora imprevedibili, sia perchè rimangono in campo misure di sostegno delle istituzioni europee al settore.

"Le fusioni per rafforzare le posizioni sul mercato interno avrebbero senso per molte banche dato che i settori bancari europei sono ancora frammentati, con un gran numero di piccole banche prive di economie di scala per competere efficacemente mantenendo la redditività e facendo i necessari investimenti in tecnologia", scrive Fitch in una nota. Secono l'agenza di rating, le banche europee hanno tre sfide cruciali davanti a loro.

In primo luogo, le banche devono affrontare tassi di interesse bassi ancora a lungo a causa della pandemia. Per questo, Fitch si aspetta che alcune banche perseguano fusioni per aumentare la loro efficienza operativa e capacità di investimento, la quale è importante per lo sviluppo delle capacità digitali.

In secondo luogo, gli istituti bancari europei necessitano di maggiori investimenti in tecnologia e infrastruttura IT, compresi i portali rivolti ai clienti, per rimanere competitivi. L'agenzia di aspetta un aumento di acquisizioni o collaborazioni con società fintech per migliorare su questi aspetti. Secondo l'agenzia di rating, le banche retail che hanno fatto affidamento su reti di filiali o che operano in mercati con un elevato utilizzo di liquidità potrebbero essere rimaste indietro nello sviluppo delle capacità digitali e non avere la scala per permettersi gli investimenti necessari per stare al passo con il progresso tecnologico.

La terza sfida riguarda il fatto che molte banche europee devono far fronte a una combinazione di scarsa redditività e significativa liquidità in eccesso. Dopo essersi concentrate sui proprio mercati di riferimento, a seguito della crisi finanziaria, alcune banche potrebbero quindi voler perseguire attività a rendimento più elevato, anche attraverso un'espansione transfrontaliera o regionale. Secondo gli investitori consultati e la stessa Fitch Ratings cioò non è molto probabile che accada nel 2021.

(Foto: © macgyverhh/123RF)

(Teleborsa) 13-01-2021 08:13


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.