Title

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Notizie Teleborsa Notizie Teleborsa - Finanza

Limita le perdite Piazza Affari

News Image (Teleborsa) - Modesta diminuzione per la Borsa di Milano, mentre tiene sui valori precedenti il resto dell'Europa.

L'Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,30%. Seduta in lieve rialzo per l'oro, che avanza a 1.291,4 dollari l'oncia. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 52,93 dollari per barile.

Lieve miglioramento dello spread, che scende fino a +264 punti base, con un calo di 5 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,83%.

Tra gli indici di Eurolandia sostanzialmente debole Francoforte, che registra una flessione dello 0,42%, poco mosso Londra, che mostra un -0,12%, e si muove sotto la parità Parigi, evidenziando un decremento dello 0,47%.

A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 19.257 punti, con uno scarto percentuale dello 0,23%, mentre, al contrario, rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 21.184 punti, in prossimità dei livelli precedenti. In frazionale progresso il FTSE Italia Mid Cap (+0,22%), come il FTSE Italia Star (0,2%).

Si distinguono a Piazza Affari i settori alimentare (+1,55%), media (+1,29%) e vendite al dettaglio (+1,01%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti bancario (-0,56%), beni industriali (-0,52%) e utility (-0,48%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Unipol (+2,43%), Saipem (+1,68%), Campari (+1,65%) e UnipolSai (+1,08%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Brembo, che prosegue le contrattazioni a -4,91%.

Sensibili perdite per Banco BPM, in calo del 2,78%.

In apnea Ferragamo, che arretra del 2,22%.

Soffre UBI Banca, che evidenzia una perdita dell'1,93%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Gima TT (+5,40%), Acea (+3,29%), Cattolica Assicurazioni (+2,58%) e Ivs Group (+2,36%). I più forti ribassi, invece, si verificano su IMA, che continua la seduta con -2,83%.

Tonfo di Credem, che mostra una caduta del 2,64%.

Lettera su Cerved Group, che registra un importante calo del 2,38%.

Preda dei venditori Banca Popolare di Sondrio, con un decremento dell'2,00%.

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull'andamento dei mercati, questo pomeriggio alle 14:30, negli Stati Uniti, saranno pubblicati i Prezzi al Consumo, per il quale gli analisti stimano 1,9%. L'Indice dei Prezzi al Consumo misura la variazione del prezzo dei beni e dei servizi dal punto di vista del consumatore. Si tratta di uno strumento chiave per valutare i cambiamenti nelle tendenze di acquisto e nell'inflazione.

Alle 11:00 di lunedì verrà distribuito il dato sulla Produzione industriale dell'Unione Europea. La produzione industriale misura la variazione, al netto dell'inflazione, della produzione manufatturiera, delle miniere e dei servizi. Valori superiori alle previsioni vanno interpretati come positivi dal punto di vista monetario.

È previsto dalla Spagna l'annuncio del dato Prezzi al Consumo, atteso martedì alle 09:00 che, in base alle analisi degli esperti del settore, è previsto pari a 1,2%.

Martedì alle 14:30, negli Stati Uniti, saranno pubblicati i Prezzi alla Produzione che, secondo gli analisti, sarà di -0,1%. L'indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali misura le variazioni nel tempo dei prezzi che si formano nel primo stadio di commercializzazione. Si rilevano i prezzi franco fabbrica o magazzino, al netto delle imposte, presso un campione di imprese, per un certo totale di osservazioni per ciascun mese.

(Teleborsa) 11-01-2019 01:00

Titoli citati nella notizia
Nome Prezzo Ultimo Contratto Var % Ora Min oggi Max oggi Apertura
Credito Emiliano 5,14 +0,39 14.10.01 5,07 5,20 5,14
Campari 7,96 +0,38 14.07.59 7,805 7,99 7,99
Cattolica Assicurazioni 7,945 +1,79 14.07.45 7,80 7,99 7,82
Unipol 3,953 +1,36 14.10.24 3,917 3,968 3,947
Saipem 4,022 +4,12 14.10.30 3,927 4,059 3,939
Brembo 9,895 +1,49 14.08.13 9,805 9,895 9,85
Ima 59,10 -0,34 14.07.24 58,55 60,00 59,80
Banca Pop Sondrio 2,612 +1,71 14.02.51 2,562 2,62 2,562
Unipolsai 2,189 +0,18 14.09.51 2,185 2,214 2,194
Banco Bpm 1,8722 -1,08 14.10.17 1,8608 1,925 1,9182
Salvatore Ferragamo 17,91 +0,84 14.09.02 17,765 17,985 17,915
Acea 12,92 +1,25 14.10.32 12,79 13,00 12,80
Gima Tt 7,27 +1,54 14.06.56 7,16 7,33 7,16
Ubi Banca 2,423 +0,83 14.10.25 2,394 2,436 2,425
Cerved Group 7,80 +3,93 14.09.34 7,50 7,855 7,515


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.