Notizie Radiocor

Morning note: Intesa Sanpaolo, la giornata dei mercati -3-

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 22 lug - I dati e gli eventi di ieri Italia - Dopo cinque mesi consecutivi di rialzo, il fatturato industriale e' tornato a calare a maggio, di -1% m/m dopo il +3,3% di aprile. In termini tendenziali e corretti per i giorni lavorativi il ritmo di crescita e' rallentato a 40,2% da 105,1%, ancora sostenuto dal confronto con lo scorso anno, anche se meno favorevole rispetto ad aprile. La flessione congiunturale e' imputabile al solo mercato interno (-1,9% m/m da +3,9% precedente) che pero', a differenza di quello estero (+0,7% m/m da +1,8%), ha gia' ampiamente superato i livelli pre-crisi. Tra i principali raggruppamenti di industrie sono i beni strumentali (-6,2% m/m) a penalizzare le vendite, a fronte di progressi per i beni intermedi (+0,8% m/m), di consumo (+1,0% m/m) e soprattutto per l'energia (+5,6% m/m), al netto della quale la flessione del fatturato risulta dunque piu' accentuata (-1,4% m/m). La contrazione del fatturato si aggiunge a quella registrata nello stesso mese per la produzione, ma la battuta d'arresto dovrebbe risultare temporanea: il trend per il settore e' atteso restare espansivo nei prossimi mesi, sostenuto da una domanda sia interna che estera ancora robusta.

Italia - A maggio, la produzione nelle costruzioni e' calata di -3,6% m/m, ma il dato di aprile e' stato rivisto decisamente al rialzo, a +2,2% m/m da una stima iniziale diametralmente opposta (-2,2% m/m). Il calo risulta quindi il primo dopo quattro mesi di robusta crescita (da inizio anno l'output risulta in aumento di quasi il 5%) e lascia comunque l'attivita' nel settore in rotta per un'espansione di oltre il 3% t/t nel 2 trimestre, dopo che gia' ad inizio anno l'output aveva registrato un ampio rimbalzo rispetto a fine 2020. La crescita tendenziale e corretta per gli effetti di calendario e' invece rallentata a 32,6% da 287,1% precedente, dato ancora viziato dall'effetto di confronto con i mesi primaverili del 2020. L'indagine Istat di giugno sul morale dei costruttori e' rimasta su livelli ampiamenti espansivi e in prospettiva l'attivita' nel settore potrebbe essere ulteriormente stimolata dagli incentivi fiscali e dai programmi infrastrutturali previsti dal PNRR. Le costruzioni dovrebbero quindi continuare a contribuire positivamente alla crescita del valore aggiunto anche nei prossimi trimestri.

Red-

(RADIOCOR) 22-07-21 08:50:35 (0174) 5 NNNN

 
Titoli citati nella notizia
Nome Prezzo Ultimo Contratto Var % Ora Min oggi Max oggi Apertura
Intesa Sanpaolo 2,3315 -0,66 17.36.25 2,327 2,352 2,334


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.