Notizie Radiocor

Candriam: prospettive per il settore high yield - PAROLA AL MERCATO

di Thomas Joret * (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 25 nov - Nell'ultimo anno e mezzo le misure straordinarie delle Banche Centrali hanno sostenuto l'high yield, portando i rendimenti e gli spread ai minimi pluriennali. Questo sostegno sta lentamente svanendo poiche' le Banche Centrali stanno adottando un atteggiamento meno dovish e il "tapering" dei programmi di QE sta acquisendo slancio. In questo contesto, ci aspettiamo che la dispersione aumentera' man mano che verranno resi noti i bilanci degli emittenti e i rischi idiosincratici. A nostro parere siamo in una fase di transizione dal beta all'alfa.

I fondamentali degli high yield, che finora sono stati incoraggianti, stanno gradualmente ruotando poiche' alcuni emittenti sono focalizzati sulla remunerazione lato equity (buyback, dividendi, M&A opportunistico), e quindi stanno operando un re-leveraging dei loro bilanci. Questo portera' probabilmente a una qualita' inferiore e a tassi di default piu' elevati in assenza di un massiccio sostegno da parte delle Banche Centrali, aumentando ulteriormente la dispersione sui mercati.

Inoltre, nel medio-lungo termine, ci aspettiamo che i trend globali come la de-globalizzazione, la digitalizzazione e la de-carbonatazione portino a cambiamenti sostanziali e richiedano agli emittenti di adattare i loro modelli di business. In effetti, e' probabile che si accentui la discrepanza tra i vincitori e i vinti all'interno del settore. Crediamo che i tassi continueranno probabilmente il loro trend al rialzo in scia al miglioramento dell'inflazione, della crescita e dei migliori numeri sull'occupazione.

Un rialzo che dovrebbe essere graduale alla luce della posizione molto cauta e della comunicazione costante delle Banche Centrali. Tuttavia, un'inflazione piu' forte e inaspettata potrebbe causare un aumento dei tassi piu' netto del previsto, che a sua volta potrebbe influenzare negativamente i mercati del credito ed esercitare una pressione al rialzo su rendimenti e spread. In termini di macro-rischi che potrebbero influenzare il settore, rimaniamo diffidenti nei confronti del rallentamento della crescita in Cina, in quanto la ri-regolamentazione e il deleveraging stanno pesando sull'economia insieme alle turbolenze del mercato immobiliare. Monitoriamo anche le questioni relative la supply chain (viste le recenti interruzioni) che riteniamo possano normalizzarsi nel 2022.

* Senior Fund Manager - High Yield & Credit Arbitrage di CANDRIAM "Il contenuto delle notizie e delle informazioni trasmesse con il titolo "Parola al mercato" non possono in alcun caso essere considerate una sollecitazione al pubblico risparmio o la promozione di alcuna forma di investimento ne' raccomandazioni personalizzate a qualsiasi forma di finanziamento. Le analisi contenute nelle notizie trasmesse nella specifica rubrica sono elaborate dalla societa' a cui appartiene il soggetto espressamente indicato come autore.

L'agenzia di stampa Il Sole 24 Ore Radiocor declina ogni responsabilita' in ordine alla veridicita', accuratezza e completezza di tali analisi e invita quindi gli utenti a prendere atto con attenzione e la dovuta diligenza di quanto sopra dichiarato e rappresentato dalla societa'".

Red-

(RADIOCOR) 25-11-21 11:40:44 (0272) 5 NNNN

 
Titoli citati nella notizia
Nome Prezzo Ultimo Contratto Var % Ora Min oggi Max oggi Apertura
IL SOLE 24 ORE 0,486 -0,82 9.44.43 0,486 0,486 0,486


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.