Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Notizie Radiocor

Imprese: Crif, in I sem fallimenti in calo del 4,2%, respira edilizia

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 12 ago - Nel primo semestre dell'anno, il numero di fallimenti delle imprese italiane (5.714) e' diminuito del 4,2% rispetto all'analogo periodo del 2018. E' quanto emerge dall'analisi dei fallimenti in Italia condotta da Cribis (gruppo Crif). 'Focalizzando l'analisi solo sul secondo trimestre dell'anno - spiega Marco Preti, ad di Cribis - si nota che la diminuzione dei fallimenti e' stata di quasi 5 punti percentuali: dai 2.994 del secondo trimestre 2018 si e' passati ai 2.847 di quest'anno (-4,9%). Nel settore edilizio il calo e' stato piu' alto che altrove: il numero di aziende che hanno portato i libri in tribunale e' sceso del 12,1%, dalle 589 del secondo trimestre 2018 alle 518 dello stesso periodo 2019'. E' piu' contenuta, secondo quanto rilevato, la riduzione dei fallimenti nel comparto servizi: le imprese che hanno dovuto portare i libri in tribunale tra aprile e giugno 2019 sono state 661 contro le 701 (-5,7%) dello stesso trimestre 2018. Nel settore industria ci sono stati 510 fallimenti contro i 517 del secondo trimestre 2018 (-1,4%). Nessuna variazione nel comparto commercio, dove le imprese fallite nel periodo in esame sono state 941. Da inizio anno a oggi in Lombardia sono fallite 1.206 imprese, lo 0,15% di quelle attive sul territorio. Stessa percentuale e' stata rilevata nel Lazio, dove in assoluto sono state 735 le aziende costrette a chiudere i battenti. L'incidenza dei fallimenti sul totale delle aziende attive risulta leggermente piu' bassa in Toscana (0,14%, 489 fallimenti), Umbria (0,14%, 114), Veneto (0,11%, 489) e Sardegna (0,11%, 163). La quota e' particolarmente esigua in Basilicata (30), Friuli Venezia Giulia (57) e Trentino Alto Adige (64), dove ha portato i libri in tribunale lo 0,06% delle imprese attive nelle singole regioni. Allargando l'arco temporale dell'analisi, si nota che dal 2010 al 2019 sono fallite 30.239 imprese in Lombardia, il doppio rispetto a Lazio (15.622) e Toscana (12.347) mentre numeri decisamente piu' bassi sono stati riscontrati in Molise (613), Basilicata (498) e Valle d'Aosta (159).

Com-Enr-

(RADIOCOR) 12-08-19 13:23:52 (0220) 5 NNNN

 
Titoli citati nella notizia
Nome Prezzo Ultimo Contratto Var % Ora Min oggi Max oggi Apertura
Lazio 1,202 +2,04 17.35.04 1,178 1,218 1,178


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.