Notizie Radiocor

Imprese: Blangiardo (Istat), solo il 32,5% era in attivita' durante il lockdown

La riapertura al 4 maggio ha riguardato il 18,8% (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 30 giu - Solo il 32,5% delle imprese con almeno 3 addetti presenti nell'industria e nei servizi (circa 1 milione di unita') si e' mantenuto sempre in attivita' durante le diverse fasi del lockdown, mentre il 22,5%, pur avendo dovuto sospenderla, e' stato in grado di riattivarsi prima dell'inizio della Fase 2. Delle 460mila imprese che risultavano ancora chiuse al 4 maggio (il 45% del totale, il 27,5% dell'occupazione), la maggior parte ha dovuto sospendere la propria attivita' a seguito dei decreti governativi, mentre poco piu' del 10% lo ha fatto per decisione propria. Sono i risultati dell'indagine speciale sulle imprese condotta dall'Istat tra l'8 e il 29 maggio, illustrati dal presidente dell'Istituto nazionale di statistica Gian Carlo Blangiardo, in audizione alla Camera, nell'ambito dell'esame congiunto del "Programma di lavoro della Commissione per il 2020 - Un'Unione piu' ambiziosa", del "Programma di lavoro adattato 2020 della Commissione" e della "Relazione programmatica sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea nell'anno 2020". La riapertura al 4 maggio ha riguardato il 18,8% delle imprese (192mila unita', il 12,3% dell'occupazione) mentre il 25% delle unita' produttive (250mila unita', il 14,6% degli addetti) riaprira' successivamente. L'1,2% delle imprese, circa 13mila, che impiegano 81mila addetti, non saranno in grado riaprire. Fra esse, 11 mila sono micro imprese che occupano circa 48 mila addetti.

Dca

(RADIOCOR) 30-06-20 15:07:26 (0356) 5 NNNN

 


Tag


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.