Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Glossario finanziario - ATFund

Definizione

ATFund è il sistema multilaterale di negoziazione di Borsa Italiana interamente dedicato alla negoziazione dei Fondi aperti. E' richiesta la presenza di un operatore incaricato che garantisce la conclusione dei contratti al NAV giornaliero.

Approfondimenti

ATFund è nato il 1° ottobre 2018 ed è dedicato alla negoziazione dei fondi aperti.
Le negoziazioni si svolgono in asta dalle 8.00-11.00.
Durante la fase di pre-asta (dalle 8.00 alle 10.55) gli operatori possono inserire, modificare o cancellare gli ordini: possono inserire proposte in acquisto e vendita indicando esclusivamente le quantità (non sono ammessi decimali).
Sono ammessi solo ordini al meglio (market order) con validità giornaliera (day): a differenza di quanto avviene per gli ordini immessi sugli altri mercati, gli operatori non devono inserire il prezzo (la piattaforma mostrerà un "prezzo convenzionale" pari ad 1€).
Durante gli ultimi 5 minuti della pre-asta (dalle 10.55 alle 11) può operare solo l'Operatore Incaricato che inserisce ordini (non anonimi) a coprire l'eventuale differenziale, tra i quantitativi in acquisto e i quantitativi in vendita presenti sul mercato. In casi eccezionali, qualora l'operatore incaricato non soddisfi il quantitativo differenziale, le proposte ineseguite sono cancellate.
Chiusa questa fase i contratti vengono eseguiti nel giorno T ad un prezzo "convenzionale". L'abbinamento in asta segue la sola priorità temporale di inserimento degli ordini. Eventuali proposte non evase al termine dell'asta sono cancellate dal book di negoziazione (non sono ammessi ordini persistenti cioè con durata superiore alla giornata).
Il giorno successivo alla conclusione dei contratti (T+1), gli emittenti dei fondi quotati hanno l'obbligo di inviare a Borsa Italiana per ciascun fondo il NAV (in Euro) del giorno T, per la valorizzazione dei contratti eseguiti in T. L'emittente deve inviare il NAV entro il cut-off time (5:00 p.m.) nel giorno T+1.
Questi contratti, valorizzati al NAV, saranno liquidati in Monte Titoli il terzo giorno successivo alla conclusione dei contratti (T+3).

Nuova Ricerca

ATFund

Formazione finanziaria

Consulta la sezione Formazione Sotto la Lente per approfondire le tue conoscenze sul mondo della finanza e di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.