Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

Il valore del denaro nel tempo

25 Nov 2011 - 09:20

Come e perché il valore del denaro cambia nel tempo



Il valore del denaro cambia nel tempo: 1 euro oggi possiede un valore maggiore rispetto a 1 euro tra un anno. Le motivazioni sono principalmente due. La prima ragione è che tra un anno 1 euro avrà un minore potere d’acquisto a causa dell’inflazione (crescita generalizzata dei prezzi). La seconda è che si può decidere di investire il nostro euro sulle piazze finanziarie, guadagnando un rendimento.

Valore denaro nel tempo

Posso decidere di effettuare due distinte operazioni che mi permetteranno di aumentare la mia somma iniziale.

1) Operazione di Capitalizzazione

Ovvero investire una certa somma definita capitale per ricevere a scadenza un ammontare maggiore, il montante. Definendola più propriamente, la capitalizzazione è l'operazione con cui si calcola il valore a un determinato tempo futuro di un capitale disponibile al tempo presente.

Montante = Capitale * Fattore di Montante

2) Operazione di Attualizzazione

Posso pagare una certa somma (valore scontato o attuale) per acquisire il diritto di riscuotere dopo un certo periodo un ammontare definito valore nominale.

Valore Scontato = Valore Nominale * Fattore di Sconto

I due fattori (montante e sconto) dipenderanno dalla durata dell’investimento.

 

A)    Capitalizzazione con interessi semplici

Gli interessi semplici si definiscono come proporzionali al capitale e al tempo d’impiego

 

Montante = Capitale * (1 + tasso d’interesse * numero di anni)

 

B)     Capitalizzazione con interessi composti

Si suddivide il periodo di tempo dell’impiego in periodi della stessa durata e alla fine di ciascun periodo vengono computati gli interessi. Tali interessi relativi a quel periodo verranno trasformati in capitale e dal periodo successivo cominceranno a produrre ulteriori interessi.

Periodi con Distanza Annuale

Montante = Capitale * (1 + tasso d’interesse)numero di anni

 

Periodi con Distanza Mensile, Trimestrale, Semestrale

Montante = Capitale * (1 + tasso d’interesse/m)m*numero di anni

 

con m → periodi di capitalizzazione (mensile = 12, trimestrale = 4, semestrale = 2)

Le operazioni di attualizzazione sono coniugate a quelle di capitalizzazione.

 

A)    Attualizzazione con sconto semplice

Valore Scontato = Valore Nominale/(1 + tasso d’interesse * numero di anni)

 

B)     Attualizzazione con sconto composto

 

Periodi con Distanza Annuale

Valore Scontato = Valore Nominale/(1 + tasso d’interesse)numero di anni

Periodi con Distanza Mensile, Trimestrale, Semestrale

Valore Scontato = Valore Nominale/(1 + tasso d’interesse/m)m*numero di anni

 

Valore denaro nel tempo